Venerd́ 24 novembre 2017  8:30
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
CHIANTI F.NO
8.01.2017
h 10:00 Di
Redazione
Videosorveglianza, 15 nuove telecamere per controllare traffico, sicurezza e decoro
Gli impianti saranno installati nei centri storici e nelle aree più critiche di Barberino, Greve, San Casciano, Tavarnelle
immagine

CHIANTI FIORENTINO - L'occhio del Chianti amplia il suo raggio di azione con l'obiettivo di monitorare in presa diretta e in forma preventiva la viabilità e l'accesso ai centri storici. I Comuni di Barberino, San Casciano, Greve e Tavarnelle lavorano per migliorare la sicurezza nei territori dell'Unione comunale attraverso il potenziamento del sistema di videosorveglianza.

 

Finanziato da risorse regionali per un importo complessivo pari a circa 35mila euro, l'intervento, ampio e capillare, permetterà la realizzazione, l'implementazione e la sostituzione dei sistemi di videosorveglianza. Una quindicina le nuove telecamere previste dal progetto attraverso le quali le amministrazioni comunali andranno a rinnovare ed arricchire il sistema di videosorveglianza che potrà contare complessivamente su una settantina di impianti disseminati in quattro diversi territori.


“Questo progetto – commenta il sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini, con delega alla Polizia Locale per l'Unione comunale - nasce dalla necessità di dare maggiore sicurezza al territorio e incrementare il controllo sulle aree che presentano maggiori criticità legate alla viabilità, all'ordine e alla sicurezza pubblica, al decoro urbano di alcune zone dove è sempre più diffuso l'abbandono dei rifiuti. L'intento è anche quello di prevenire fatti criminosi attraverso una costante collaborazione con le forze dell'ordine. Gli impianti monitoreranno in diretta le aree di pertinenza”.


Nel Comune di Barberino l'occhio del Chianti migliorerà la propria attività di sorveglianza nell'area compresa tra il parcheggio di via Foscolo e la Pinetina, sulla S.R. 429 dove si registra un notevole traffico di veicoli per la presenza della zona industriale e commerciale dove è già attiva una postazione fissa di rilevamento elettronico della velocità, nei pressi della stazione ferroviaria.

 

A Greve le telecamere saranno oggetto di un intervento di sostituzione con apparecchi nuovi di cui una finalizzata alla visura targhe. Le telecamere saranno collocate in piazza Matteotti, in piazza Trento, in viale Vittorio Veneto all'altezza di via Falsettacci, nel piazzale retrostante la scuola media Giovanni da Verrazzano.

 

Altre tre telecamere sono destinate a migliorare la sicurezza nel territorio di San Casciano e saranno posizionate in prossimità dell'accesso principale al centro storico da viale Corsini, in piazza Zannoni e nell'area antistante il Museo Giuliano Ghelli.

 

Il progetto prevede anche la risistemazione della telecamera posizionata sulle mura del Cassero in piazza della Repubblica. Nell'area del parcheggio sotterraneo ex Stianti, è attivo un sistema dotato di una cinquantina di apparecchi.

 

Anche a Tavarnelle saranno installate tre nuove telecamere e andranno a potenziare un sistema installato nel 2008 costituito da quattro telecamere. I nuovi impianti saranno collocati in corrispondenza dell'ingresso nel centro del paese tra via Naldini e via Roma, in piazza della Repubblica, snodo centrale dove confluisce il traffico del paese e dal quale si accede ad una zona a traffico limitato, nei pressi della rotatoria tra la S.R. 2 via Cassia e la S.P. 101.

 

ARCHIVIO NOTIZIE