Giovedě 19 gennaio 2017  15:56
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
SAN CASCIANO V.P.
8.01.2017
h 18:32 Di
Redazione
Il ricordo: "Lucia Bagni, una donna libera, capace di costruire, capace di unire"
La testimonianza del circolo Arci: "Ognuno di noi l'ha vista all'opera. Basterebbe questo per ricordarla"
immagine

SAN CASCIANO - Sono giorni molto tristi per la casa del popolo di San Casciano. Da quel drammatico risveglio di giovedì 5 gennaio, quando è arrivata la notizia della morte improvvisa della presidente Lucia Bagni.

 

# ARTICOLO / Lutto terribile: scomparsa nella notte Lucia Bagni, presidente del circolo Arci

 

Una vera e propria famiglia quella del circolo in via dei Fossi, composta dai soci, dai dipendenti, da giovani e meno giovani che da decenni vedono nella "casa", così viene spesso chiamata, un luogo per tutti.

 

Lucia Bagni ha incarnato in pieno questo spirito, contribuendo in maniera indelebile a sviluppare un percorso che, oggi, in tempi difficili anche per l'associazionismo, lascia in eredità un circolo Arci vivo, coeso, solidale.

 

# ARTICOLO 1 / L'ultimo saluto di San Casciano a Lucia Bagni: "La nostra comunità deve dirti grazie"

 

# ARTICOLO 2 / Il dolore del circolo Arci di San Casciano per la morte della presidente Lucia Bagni

 

Un circolo che l'ha voluta salutare anche con un testo. Toccante, autentico, condiviso. Ve lo pubblichiamo qui sotto.

 

"E’ difficile parlare di Lucia a nome del circolo Arci perché non è affatto scontato che si sia capaci di dire qualcosa di degno.

 

Ognuno di noi ha visto Lucia all’opera. Basterebbe questo per ricordare.

 

Sarebbe bello fare un collage delle immagini e delle emozioni individuali.
 

In fondo questa vorrebbe essere la funzione e vocazione dell’Arci, del circolo che Lucia ora ci consegna.

 

Questo modo immaginifico sarebbe il vero ed efficace sistema per consegnarci compiutamente quello che è stata, di cosa ha rappresentato, di cosa ci ha lasciato e di quanto ci mancherà Lucia.

 

Che bella realtà è l’Arci, che bella palestra, che bel luogo di confronto, che bell’impegno sociale e duro lavoro di braccia e di menti.

 

Lucia lo ha interpretato e diretto in modo egregio. Con capacità, visione, umanità, leggerezza, bellezza;

 

La nostra presidente, una compagna, una amica ora non c’è più e da qui si riparte con i tesori che ha lasciato in ognuno di noi.

 

Si potrebbe sottolineare che Lucia è stata la prima donna presidente, come se questo fosse un punto di arrivo… .

 

Lucia era una donna e pure, in modo completo bella.

 

Ma neppure lei avrebbe enfatizzato questo fattore di genere, questo punto di arrivo.

 

Tutta la sua storia di donna testimonia capacità, determinazione, dignità; con il valore aggiunto dell’essere donna, con leggerezza ed eleganza.

 

Lucia ha interpretato i fatti e le esperienze della vita, lasciando sempre un messaggio a chi lo volesse raccogliere.

 

Tutto il circolo Arci, senza formalismi, si sente vicino a Camilla, Francesca e Marta. Tutto il circolo Arci pensa ora a Lucia e continuerà a pensarla come una donna libera, capace di costruire, capace di unire".

 

Circolo Arci San Casciano

ARCHIVIO NOTIZIE