Mercoledž 29 marzo 2017  1:22
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
BAGNO A RIPOLI
10.01.2017
h 09:48 Di
Matteo Pucci
Grassina, famiglie infuriate in via Giotto: "Praticamente senza acqua dall'1 gennaio"
Decine di segnalazioni a Publiacqua. Sopralluoghi del gestore. Non si riesce a trovare una perdita occulta
immagine

GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) - La rabbia del residente di via Giotto che contatta la redazione del Gazzettino del Chianti è ferma quanto composta. Nessuno strepito, solo la sacrosanta rivendicazione di un diritto. Quello ad avere in casa acqua corrente.

 

"Stanotte - racconta - quando sono tornato a casa dopo il lavoro non ho potuto fare una doccia. Abbiamo dovuto provare ad avviare la lavatrice dopo le 23, sperando che nessuno nel palazzo avesse l'acqua in funzione in quel momento, così da poter lavare i panni e non rovinare l'elettrodomestico".

 

Sì, perché per una quindicina di famiglie di via Giotto, a Grassina, l'anno è iniziato con un problema tuttora irrisolto riguardo la fornitura idrica.

 

Ed è un problema che risale a ben prima dell'arrivo del grande freddo di questi giorni, che ha creato qualche problema di approvvigionamento anche a Grassina.

 

"Abito nella parte finale di via Giotto - ci racconta l'uomo - già prima dell'1 gennaio avevamo notato che c'era una bassa pressione di acqua. Io vivo all'ultimo piano di una palazzina con nove nuclei familiari fra piano terra, primo piano e secondo piano. In pratica dal primo dell'anno non c'è acqua. Ed è una situazione che riguarda una quindicina di famiglie in tutta la strada".

 

"Personalmente - ricostruisce - ho fatto sette telefonate al servizio clienti di Publiacqua, altri ne hanno fatte singolarmente, il nostro amministratore condominiale ne ha fatte tre; l'idraulico condominiale è venuto e ha detto che non ci sono problemi nel nostro impianto".

 

"E' venuto il tecnico di Publiacqua - spiega l'uomo - che non segnala problemi particolari. Loro dicono che è una perdita occulta e che sono all'opera per rintracciarla".

 

"Mi chiedo - conclude - ci chiediamo, se nel 2017 sia possibile rimanere senz'acqua per giorni e giorni per una perdita che non si trova. Ripeto, la mia prima segnalazione è dell'1 gennaio. Io non mi posso né lavare i denti, né fare la doccia. Viene giù un pochino solo quando non la usa nessuno. Così non è possibile (né giusto) andare avanti".

 

ARCHIVIO NOTIZIE