Domenica 19 novembre 2017  17:14
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
CHIANTI F.NO
11.01.2017
h 09:43 Di
Redazione
"Siamo quello che mangiamo": alimentazione, salute e ambiente spiegati a scuola
Progetto realizzato dal circolo Legambiente Chianti Fiorentino a Greve, Barberino, San Donato, Tavarnelle
immagine

CHIANTI FIORENTINO -  “Noi siamo quello che mangiamo”… per questo è importante conoscere gli alimenti che ogni giorno portiamo in tavola, e quali proprietà benefiche essi possono esercitare sulla nostra salute; senza dimenticare, inoltre, che le nostre scelte alimentari hanno un impatto importante anche sull’ambiente.   

 

A novembre e dicembre scorsi il Circolo Legambiente Chianti Fiorentino, con la collaborazione di CESVOT (Centro Servizi Volontariato Toscano), ha realizzato nelle seconde classi della scuola secondaria di primo grado di Greve in Chianti e nelle quinte classi della primaria di Barberino Val d’Elsa, San Donato e Tavarnelle il progetto “Salviamo il pianeta e la nostra salute: impariamo a nutrirci!”.

 

In tutto 18 incontri di sensibilizzazione sul tema alimentazione durante i quali si è cercato di approfondire il concetto di nutrizione e di fornire delle “buone pratiche” per mitigare l’impatto dell’uomo sul pianeta, quale strategia di resilienza verso i cambiamenti climatici: con dei semplici e piccoli accorgimenti quotidiani, infatti, possiamo raggiungere risultati importanti.

 

"Il progetto - spiega Legambiente Chianti Fiorentino - è stato accolto con entusiasmo e sensibilità da parte dei due Istituti Comprensivi coinvolti, del corpo docente e dei ragazzi.

 

Questo accende la speranza di poter ancora fare qualcosa di utile per l’ambiente nel quale viviamo, per noi stessi e per le future generazioni.  

 

"Il positivo risultato - dicono in conclusione dal circolo Legambiente chiantigiano - superiore alle nostre migliori aspettative, ci incoraggia a proseguire il percorso, replicando e potenziando l’iniziativa, proseguendo con le preziose collaborazioni fin qui riscontrate".  

 

ARCHIVIO NOTIZIE