Mercoledž 23 gennaio 2019  16:58
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
TAVARNELLE V.P.
13.01.2017
h 09:53 Di
Matteo Pucci
BioDue sbarca negli Usa: joint venture distributiva nel continente americano
Costituita Pharcomed Corp. Vanni Benedetti: "Passo fondamentale per crescita e internazionalizzazione"
immagine

SAMBUCA (TAVARNELLE) -  Il presidente del consiglio di amministrazione di BioDue S.p.A. Vanni Benedetti (in foto) ha firmato gli accordi societari e commerciali per l’immediato avvio operativo della Pharcomed Corp., una joint venture distributiva paritetica (50% ciascuno) con il Gruppo Suco International Corp.

 

In questo modo BioDue, azienda di Sambuca in grande fase di sviluppo, ha concesso alla joint venture, in esclusiva per il Continente americano, la licenza d’uso e la distribuzione delle linee di prodotti a marchio proprio Pharcos ed una opzione per l’acquisto della proprietà dei propri brand Tricovit, Sebosedil e Sunlat (fino ad oggi distribuiti solo in America Latina, fatturato 2015 di 570mila euro e 2016 di 200 mila euro, per effetto del programmato rallentamento degli acquisti) da distribuire in particolare nel nuovo mercato statunitense.

 

Il Gruppo Suco, parimenti, cederà alla JV la proprietà dei propri marchi Peptix, Renueve C e Vanece.

 

La joint venture si occuperà quindi della promozione e distribuzione attraverso: il consolidato canale della promozione medica, distributori locali, la vendita online.  
 

La Pharcomed Corp. beneficerà dunque, da un lato, del know-how produttivo e logistico di BioDue e, dall’altro, del patrimonio di esperienza commerciale maturato dal Gruppo Suco, attivo da oltre 25 anni nella distribuzione farmaceutica in 5 Paesi dell’America latina, con una forza vendita di 150 informatori medico scientifici nonchè già esclusivista, tra gli altri, dei prodotti Pharcos sino dal 1996 (totale fatturato 2015 di 809 mila euro e 2016 di 432 mila euro per effetto del programmato rallentamento degli acquisti).  

 


BIODUE - L'azienda di Sambuca, in grande crescita, fa un passo decisivo per la sua internazionalizzazione

 

BioDue, peraltro, oltre a produrre per la joint venture anche i suddetti marchi propri assegnati da Suco, gestirà direttamente il magazzino e la logistica della joint venture negli immobili recentemente acquisiti a Tavarnelle, con sensibili vantaggi in termini di efficienza e di costi nella programmazione sia produttiva che distributiva.  
 

Pharcomed ha una strategia di espansione commerciale sia diretta che indiretta nei Paesi dell’America Latina e nel Nord America; potrà quindi assumere partecipazioni nelle società dei distributori locali presenti nei vari paesi.
 

La governance societaria della Pharcomed, sancita con patti parasociali, è affidata ad un board composto da sei membri, tre di nomina BioDue e tre di nomina Suco.

 

Il primo board (incarico annuale) avrà come presidente Jaime Suarez e come vicepresidente Vanni Benedetti. In considerazione della suddetta governance paritetica, sono state previste, tra le altre, le usuali clausole per la risoluzione di eventuali situazioni di “stallo” decisionale (“deadlock”).

 

Il capitale iniziale della Pharcomed Corp. sarà di 400 mila dollari, versato in denaro pro-quota dagli azionisti.  La joint venutre verrà dotata di una struttura di personale propria.
 

“Pharcomed - dice Vanni Benedetti - costituisce un passo concreto nel processo di internazionalizzazione e della strategia di crescita della  BioDue. Questa joint venture, oltre a garantirci una presenza nell’America Latina e negli Stati Uniti, quale più importante mercato mondiale, rappresenta un tassello necessario per avanzare nella catena del valore verso il cliente finale".

 

"Il Gruppo Suco - conclude - dal 1996 nostro distributore esclusivo nell’America Latina, era il partner naturale per stabilire una partnership di lunga durata”.
 
 

 

ARCHIVIO NOTIZIE