Domenica 23 luglio 2017  20:52
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
BAGNO A RIPOLI
20.03.2017
h 17:38 Di
Redazione
Edilizia scolastica: il Mef sblocca 630mila euro per le scuole di Bagno a Ripoli
Gli interventi maggiori alla "Michelet" di Antella. Il sindaco: "Grande operazione di riqualificazione"
immagine

BAGNO A RIPOLI - Edilizia scolastica: il Mef (Ministero dell'economia e delle finanze) sblocca 630mila euro per le scuole di Bagno a Ripoli.

 

I fondi serviranno a rendere più sicure e più efficienti dal punto di vista energetico e acustico le scuole del territorio.

 

Si tratta di fondi provenienti dall'operazione #Sbloccascuola2017 varata a dicembre dal governo allora in carica, che l'amministrazione comunale potrà spendere (in deroga al vecchio patto di stabilità) grazie agli spazi finanziari per il 2017 che il Ministero dell'economia e delle finanze (Mef) ha aperto pochi giorni fa per gli enti locali.

 

Gli interventi interesseranno la scuola dell'infanzia “Bruno Cocchi”, a Balatro, alla quale andranno circa 180mila euro per risistemare il giardino esterno, interamente riprogettato, risolvere alcune problematiche di umidità della struttura e riqualificare le classi;

 

E la scuola primaria “Luigi Michelet”, ad Antella, alla quale saranno destinati circa 450mila euro, per lavori di miglioramento energetico e acustico, che consentiranno di avere classi e aule più ecosostenibili, meno rumorose e più belle.

 

A questi fondi, svincolati grazie ai progetti esecutivi presentati dall'amministrazione comunale, bisogna aggiungere più di un milione di euro già stanziati in bilancio per avviare importanti interventi per rendere altre scuole del territorio più sicure sotto l'aspetto antisismico, più accoglienti e funzionali.

 

La parte maggiore di tali risorse, circa 900mila euro, sarà impiegata nella messa in sicurezza della scuola Redi, adeguandola alle più recenti normative antisismiche. Altri 100mila euro andranno nell'adeguamento delle vie di fuga e dei sistemi antincendio di tutte le strutture scolastiche, dove saranno installati i maniglioni antipanico, previsti dalle leggi europee.

 

“Si tratta di una grande operazione di riqualificazione delle nostre scuole - ha dichiarato il sindaco Francesco Casini -, che comprende pure il rifacimento del giardino della scuola primaria di Croce a Varliano, la risistemazione del tetto alla Masi di Bubè e il restyling della palestra alla Redi, mentre sono prossimi al termine i lavori per la palestra della Granacci. Sicurezza e sostenibilità: questo il duplice obiettivo che muove gli interventi del Comune per il bene dei nostri figli".

 

"L'edilizia scolastica - ha concluso - è stata annunciata come una delle priorità fin dall'avvio del nostro mandato e i progetti stanno gradatamente diventando realizzazioni concrete, mantenendo gli impegni presi. In tal senso, lo sblocco di risorse da parte del Mef è stato sicuramente un'ottima notizia, di fronte alla quale ci siamo fatti trovare pronti. Infatti, nell'area metropolitana Bagno a Ripoli è tra i Comuni che ha avuto l'apertura finanziaria maggiore. Ora la sfida è con i tempi di avvio dei lavori: pensiamo che gli interventi principali potranno iniziare già dai mesi estivi”.

 

ARCHIVIO NOTIZIE