Marted́ 27 giugno 2017  19:32
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
BAGNO A RIPOLI
20.04.2017
h 10:07 Di
Silvia Rabatti
Grassina: vince un uovo di cioccolata di 10 chili e lo porta ai bambini del Meyer
Marcella (con il nipote Giovanni) sono andati di persona a consegnarlo nella ludoteca dell'ospedale pediatrico
immagine

GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) - Dieci chili di cioccolata fondente, alto oltre la "misura" di bambino e tutto incartato in una bellissima carta lucida e colorata.

 

Questo enorme uovo è stata la sorpresa ricevuta da alcuni bambini del Meyer nel sabato di Pasqua.

 

La signora Marcella, con il nipote Giovanni, sono andati direttamente alla ludoteca dell’ospedale pediatrico fiorentino a consegnare questo regalo vinto da loro grazie ad un biglietto di una lotteria acquistato in un bar di Grassina.

 

“Ho sempre avuto questo desiderio - ci racconta la signora - Se mai avessi vinto qualcosa di questo genere sarei andata a portarlo all’ospedale Meyer, per regalarlo ai bambini. Lo conosciamo tutti questo ospedale, negli anni prima con mio figlio e poi con mio nipote che ormai è già un uomo ho avuto anche io bisogno di andarci”.

 

Quando è accaduto davvero il nipote Giovanni si è quindi interessato su come potessero fare: “Siamo così andati il giorno prima di Pasqua nell’orario di apertura della ludoteca, non c’erano molti bambini. Viene infatti frequentata da chi si sente in grado di poterci andare, quelli che stanno un po’ meglio insomma".

 

"E’ stato bellissimo e emozionante per noi - racconta con serenità - Erano bimbi di due, tre anni e quando hanno visto l’uovo sono rimasti sorpresi in silenzio. Un'assistente ha chiesto allora chi di loro volesse provare ad aprirlo, ma nessuno arrivava all’altezza del nastro. Così mio nipote ha tagliato il fiocco e loro lo hanno scartato. Si sono ritrovati davanti questa montagna di cioccolata e allora un bimbo si è fatto avanti per colpirlo e romperlo”.

 

La signora Marcella scherza sul fatto che voleva proprio il numero che corrispondeva all’età del nipote, ventuno: lo ha scelto con cura e poi è risultato davvero vincente. Una serie di casualità che le hanno permesso di esaudire un suo desiderio.

 

“Per una volta - conclude - ho potuto assistere e partecipare ad un attimo di felicità e spensieratezza di quei bambini”.

 

All’interno una pista da montare per le macchinine. E tanta cioccolata da distribuire a tutti: un bel gesto per celebrare una dolcissima Pasqua.

ARCHIVIO NOTIZIE