Venerd́ 15 dicembre 2017  18:33
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
GREVE IN CHIANTI
21.04.2017
h 09:05 Di
Redazione
Assemblee pubbliche: rinvii e sovrapposizioni, Verniani (Lega Nord) furibondo
Su migranti e regole urbanistiche: "Mi viene negata la partecipazione a una delle due. Questa non è democrazia"
immagine

GREVE IN CHIANTI - E' furibondo il consigliere comunale della Lega Nord a Greve in Chianti Simone Verniani: sovrapposizioni di assemblee pubbliche, cambi di data, su temi importanti come l'arrivo di migranti e le nuove regole urbanistiche, lo hanno mandato su tutte le furie.

 

"Voglio partire dai fatti - esordisce Verniani - in modo che sia tutto ben chiaro e non vi siano fraintendimenti . L'11 aprile viene inviata via mail ai consiglieri comunali di Greve in Chianti una comunicazione con relativo volantino con le date delle assemblee pubbliche con i cittadini delle varie frazioni, in cui l'amministrazione spiega il nuovo Piano Strutturale e accoglie considerazioni e miglioramenti".

 

"Il 19 aprile - prosegue - viene inviata un'altra mail con relativo volantino, con la data dell'imminente assemblea al Ferrone, relativa all' arrivo di nuovi migranti nella struttura gestita dalla Cooperativa Il Cenacolo nella frazione, dopo soli due giorni, il 21 aprile. Il 20 aprile viene inviata una correzione alla precedente, che sposta l' assemblea del Ferrone al 26 aprile".

 

"Alle prime due assemblee pubbliche - continua Verniani - a Chiocchio il 18 e Panzano il 19, l'amministrazione, appena arriva nelle sale, si scusa per la mancanza di comunicazione di quegli eventi. Non sono arrivati i volantini alle frazioni, non sono stati affissi manifesti, la comunicazione tramite i canali digitali quali il sito e la pagina Facebook del Comune o non era partita o non era ben rintracciabile, e proponeva, nel caso vi fossero pochi partecipanti, di rinviare le serate".

 

"Strano che a Chiocchio il vicesindaco - rincara Verniani - che vi resiede, non si sia accorto di niente riguardo la mancata comunicazione. Le serate si svolgono comunque, entrambe fino a mezzanotte circa, con cinque partecipanti da parte del Comune, 13 cittadini e quattro membri dell'opposizione a quella di Chiocchio, situazione appena meno partecipata a Panzano. Entrambe verranno replicate verso maggio con più risalto".

 

Prosegue il consigliere comunale della Lega Nord: "L'assemblea del Ferrone (il cui volantino si materializza stranamente sul sito del Comune solo alle 10 del 19 aprile) indetta per le 18 di venerdì, fa insorgere gli abitanti della frazione causa l'orario, la data impellente e la scarsa informazione relativa, costringendo il Comune a posporla alla sera del 26, che però risulta anche la data dell' assemblea di San Polo in Chianti".

 

# LA LETTERA / "11 nuovi migranti al Ferrone: e l'incontro per parlarne è stato poco pubblicizzato..."

 

"Come consigliere comunale - accusa Verniani - avevo intenzione di presenziare a tutte le assemblee sul territorio, ma con la sovrapposizione degli eventi questa possibilità mi viene negata, e non vedo molta democrazia in tutto ciò! Nel volantino della campagna elettorale del sindaco Sottani si parlava di innovazione, di semplicità e trasparenza, di partecipazione, tutti bellissimi intenti, ma che oggi si sono dimostrati molto evanescenti".

 

"Con gli errori madornali di comunicazione verso i cittadini di questi due giorni - dice ancora - viene alla luce di quanta effettiva considerazione godano i cittadini del comune e con quanta approssimazione si gestisca la comunicazione, sia cartacea che digitale. Contattato il sindaco ed espressa la mia personale impressione che tutto ciò appare come palese volontà di far partecipare meno gente possibile alle assemblee, ricevo risposta che parto prevenuto e che lo potevo pensare solo io".

 

"Vorrei ricordargli - conclude - che già una volta sono stato allontanato da un'assemblea pubblica direttamente da lui, e che per ciò è stato obbligato a dibatterne in consiglio Comunale e a porgermi adeguate scuse pubbliche scritte".

ARCHIVIO NOTIZIE