Sabato 16 dicembre 2017  0:28
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
TAVARNELLE V.P.
6.12.2017
h 09:00 Di
Redazione
Folletti e acrobati, pattinaggio su ghiaccio e street band: dall'8 dicembre arriva il Natale
Cartellone unico fra Tavarnelle e Barberino Val d'Elsa: nel fine settimana week end incredibile nel borgo barberinese
immagine

TAVARNELLE-BARBERINO VAL D'ELSA - Due paesi in festa uniti dalle atmosfere calde e avvolgenti del Natale.

 

Sotto l’albero del Chianti un dono speciale alle comunità, alle famiglie, ai bambini di Tavarnelle e Barberino per i quali anche quest’anno le amministrazioni comunali guidate da David Baroncelli e Giacomo Trentanovi hanno lavorato insieme, hanno intrecciato idee e risorse per rendere speciale l’ultimo mese dell’anno ed impreziosirlo con la realizzazione di un carnet condiviso di eventi.

 

Dall’8 dicembre, pattini ai piedi e abbigliamento da montagna. Tavarnelle propone di vivere il Natale ad alta quota con l’apertura ufficiale dell’intrattenimento più divertente e vivace dell’inverno chiantigiano, la pista di ghiaccio che accoglierà a partire dalla Festa dell’Immacolata alle ore 16 uno spettacolo sul ghiaccio con la partecipazione di giovani ballerini e atleti toscani.

 

E’ il primo giorno di festa natalizia per il comune tavarnellino, accesso dalle forme e dai disegni brillanti ed evocativi delle luminarie del centro storico, dove prenderà vita, come da tradizione, il mercatino di Natale dalle 10 alle 20.

 

Non mancherà l’animazione per bambini in piazza Matteotti accompagnata da truccambimbi e mascotte. Per le vie del centro storico le atmosfere del Natale saranno ‘riscaldate’ anche dalle note di una street band che arricchirà in forma itinerante il programma della serata. La pista di ghiaccio rimarrà aperta fino al 7 gennaio 2018.

 

“Il nostro è un Natale - spiega il vicesindaco di Tavarnelle Davide Venturini - unito, coeso che vuole riaffermare l’identità e la storia di un territorio che ama stare insieme, la bellezza e il piacere di ritrovarsi in piazza e negli spazi pubblici, la collaborazione con le associazioni e le realtà economiche. Il Natale è l’occasione per promuovere il valore dell'aggregazione, della condivisione, affidiamo ai luoghi da vivere all'aperto il compito di accogliere la comunità e farla sentire in armonia, in pace”.

 

Dalla Val di Pesa alla Val d’Elsa, senza sosta alla ricerca di allegria e felicità da donare, il viaggio di Babbo Natale prosegue il 9 e il 10 dicembre.

 

Concluso il giro in pista, il nonno più atteso dell’anno rindossa gli stivali e varca la soglia del castello barberinese. Sarà un po' come tornare a casa, in Lapponia. Barberino si trasforma nel Borgo di Babbo Natale con aree giochi, gonfiabili, addobbi, pupazzi di neve, area artica con igloo.

 

“Considerato il successo dello scorso anno - dichiara l’assessore al Centro storico di Barberino Cristina Pratesi - abbiamo pensato di riproporre la formula del castello che accoglie il Natale in ogni suo angolo dedicando una particolare attenzione ai più piccoli, il Natale di Barberino è una festa di comunità che vuole regalare sorrisi ai bambini. Ci saranno mercatini ed eserciti di folletti, trampolieri, musicisti, majorettes e laboratori a tema, in entrambe le giornate a partire dalle ore 16”.

 

“Carissimo Babbo, per questo Natale vorrei….”. L’incipit delle tradizionali letterine natalizie sarà personalizzato con l’aiuto dei folletti, amici e collaboratori inseparabili di Babbo Natale, sulla base delle richieste espresse dai bambini.

 

A dare il benvenuto ai visitatori un Babbo Natale equilibrista, pronto a giocare, ad esibirsi a divertire con numeri ed acrobazie che si ispirano alla tradizione circense. Ingresso libero.

 

ARCHIVIO NOTIZIE