Luned́ 21 maggio 2018  14:42
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
SAN CASCIANO V.P.
17.01.2018
h 09:09 Di
Antonio Taddei
E' fatta! La Misericordia acquista l'immobile delle suore in piazzetta Martini
Decisione all'unanimità da parte dell'assemblea: la Confraternita rileverà anche la gestione dell'asilo
immagine

SAN CASCIANO - Una pagina storica è stata scritta lunedì 15 gennaio nella chiesa di Santa Maria sul Prato, in piazzetta Simone Martini, durante l’assemblea straordinaria dei soci, fratelli, sorelle della Misericordia di San Casciano.

 

Riunione indetta per una decisione importante. Non solo per l’Arciconfraternita, ma anche per l’intera comunità sancascianese: questo perché l’assemblea era chiamata per decidere  sull’acquisto dei locali adiacenti alla sede storica. L'edificio di proprietà dell’Istituto delle suore di Maria Consolatrice, dove ha sede la scuola dell'infanzia.

 

L’accordo è stato ha illustrato dal vice governatore Roberto Cacciatori, delegato dal governatore Marco Poli: il quale non si è espresso, così come si è astenuto dalla votazione, in quanto dirigente dell’Istituto Comprensivo Statale di San Casciano.

 

VICE GOVERNATORE - Roberto Cacciatori

 

La notizia che le suore dell’Istituto di Maria Consolatrice avrebbero lasciato San Casciano per ritirarsi nell’Istituto di Milano aveva fatto preoccupare la popolazione.

 

Tanto che fin da subito i genitori, i cui figli frequentano la scuola, si erano interessati per far sì che la scuola parificata dell’infanzia non chiudesse definitivamente, tanto che erano stati presi contatti con altri enti per la prosecuzione.

 

Mai la Misericordia aveva interpellato, negli anni, l’Istituto delle Suore per l’acquisto dell'immobile; sono state le suore stesse a prendere contatto con la Confraternita per sapere se la stessa era interessata a rilevare l’asilo.

 

L'architetto Marco Pagliai, con l’ausilio delle carte dell’immobile, ha fatto anche un sunto sulla parte storica dell’edificio: la costruzione venne realizzata da parte della contessa Spina, che nel tempo ne fece dono a delle ragazze di San Casciano, che dopo avere preso i voti, costituiscono un Istituto religioso gestito dalla madre Bazzani. Negli anni ’50 ne fecero dono all’Istituto delle Suore di Maria Consolatrice, fino ai giorni nostri.

 

ILLUSTRAZIONE - Da parte dell'architetto Marco Pagliai

 

Pagliai ha poi illustrato la parte tecnica dell’immobile, situato su due piani con spazi aperti adibiti a giardino, per un totale di 580 metri quadri.

 

A fine dicembre 2017 il vice governatore Roberto Cacciatori ha incontrato le suore econome responsabili, venute dalla sede di Milano assieme al loro commercialista per trattare sull’acquisto dell’immobile.

 

"Fin da subito - ha illustrato Cacciatori - le suore sono state ben disposte verso la Misericordia, nella massima serenità delle parti, poiché abbiano dato la certezza della continuazione a tenere attiva la scuola dell’infanzia, particolarmente sentita da tutta la popolazione".

 

"Dopo uno scambio di pareri - ha concluso - le parti sono arrivate a convenire all’acquisto dell’immobile da parte della Misericordia di San Casciano, comprese le attrezzature, laboratorio, arredi. Per quanto riguarda l’immobile, la Misericordia subentrerà nella gestione entro il 1 settembre 2019".

 

Alle 22.43 l’assemblea, per alzata di mano e all’umanità, ha approvato l’acquisto dell’immobile: poi è partito un caloroso applauso.

 

Dunque la scuola dell’infanzia continuerà la sua attività. Ma non solo: sarà possibile, grazie ai rimanenti spazi, migliorare ulteriormente le attività della Misericordia.

ARCHIVIO NOTIZIE