Luned́ 21 maggio 2018  14:40
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
TAVARNELLE V.P.
8.02.2018
h 13:13 Di
Matteo Pucci
Chianti Classico sempre più "local": nascono i Viticoltori di San Donato in Poggio
Così come in altre zone del Gallo Nero, i produttori si associano per evidenziare le proprie specificità
immagine

SAN DONATO IN POGGIO (TAVARNELLE) - Prosegue il percorso di associazione spontanea, che vede sulla stessa lunghezza d'onda anche il Consorzio, da parte dei produttori di Chianti Classico nei vari comuni della denominazione.

 

Ultimi in ordine di tempo sono stati i produttori del territorio di San Donato in Poggio a costituire, presso la sede dello storico Palazzo Malaspina, l’associazione “Viticoltori di San Donato in Poggio”.

 

Un'associazione che va ad affiancarsi a una serie di soggetti che, begli ultimi 20 anni (e in particolare negli ultimi 2-3), si sono stutturate: a Panzano in Chianti (Unione Viticoltori Panzano), Montefioralle (Associazione Viticoltori Montefioralle), Lamole, San Casciano (Viticoltori del Chianti Classico di San Casciano), Gaiole in Chianti (Associazione Viticoltori di Gaiole), Radda in Chianti (Vignaioli di Radda), Castellina in Chianti (Viticolotori di Castellina), Castelnuovo Berardenga (Classico Berardenga).

 

Questi i soci fondatori dell'Associazione Viticoltori San Donato in Poggio: Stefano Carpaneto (Badia a Passignano), Paolo Paffi (Casa Emma), Alberto Albisetti (Castello della Paneretta), Sandro Caramelli (Fattoria La Ripa), Laura Bianchi (Castello di Monsanto), Riccardo Nuti (Fattoria Montecchio), Alessandro Cassetti Burchi (Le Filigare), Natascia Rossini (Podere La Cappella), Matteo Gambaro (Casa Sola), Vittorio Rossi (Fattoria Quercia al Poggio), Paolo De Marchi (Isole e Olena), Giampaolo Stefanelli (Fattoria Spadaio e Piecorto), Giovanni Davaz (Poggio al Sole).

 

VITICOLTORI SAN DONATO IN POGGIO - Ritratti nel borgo del paese

 

La nuova associazione raggruppa aziende vitivinicole del territorio del Chianti Classico, nei comuni fiorentini di Tavernelle e Barberino Val d’Elsa.

 

Nasce per dar voce a questo territorio, mettere in luce le caratteristiche geologiche e pedoclimatiche dei vigneti delle diverse aziende, valorizzare la tradizione agricola, storica e culturale, con particolare attenzione alle produzioni e alle identità vitivinicole.

 

L’assemblea degli associati ha contestualmente nominato all’unanimità il presidente, Laura Bianchi del Castello di Monsanto, e il segretario, Natascia Rossini del Podere La Cappella.

 

 

Le aziende associate ai  "Viticoltori di San Donato in Poggio" saranno presenti il prossimo lunedì 12 febbraio alla Stazione Leopolda di Firenze, per il grande evento dedicato ai vini del Gallo Nero, Chianti Classico Collection.

ARCHIVIO NOTIZIE