Giovedě 20 settembre 2018  2:53
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
SAN CASCIANO V.P.
4.09.2018
h 08:46 Di
Antonio Taddei
Poggione: ruba cellulari e portafogli a due orchestrali. Ripresa dopo pochi minuti
Alla Festa del Volontariato, concerto interrotto. Tutti si sono dati da fare per individuare subito chi fosse stato
immagine

SAN CASCIANO - Era preannunciata come una serata all’insegna della musica, con le colonne sonore dei kolossal cinematografici più famosi.

 

Ma con grande stupore dei presenti la musica improvvisamente si è interrotta, nel momento in cui due elementi dell’Orchestra da Camera Fiorentina, diretta dal Maestro Giuseppe Lanzetta, si sono accorti che da dietro il palco qualcuno aveva sfilato dalle loro borse portafogli e cellulari.

 

E’ successo lunedì 3 settembre al Parco Dante Tacci (area Poggione) durante lo svolgimento della 12esima edizione della Festa del Volontariato Sancascianese.

 

Ma grazie all'impegno di tutti, a un carabiniere fuori servizio e anche alla moderna tecnologia, la persona che aveva commesso il furto, una donna residente nel comune, in  poco tempo è stata fermata. Praticamente a poche centinaia di metri.

 

Il carabiniere, che stava seguendo il concerto assieme ad altri spettatori, appena informato di quanto accaduto e aiutato anche da altre persone, tra queste l’assessore del comune di San Casciano Roberto Ciappi che si trovava come volontario ai fornelli del ristorante della Festa, si è impegnato per individuare l’autore del furto.

 

E qui è entrato in gioco l’aiuto della tecnologia, perché un’applicazione installata su un cellulare appena rubato, che segnala posizione del telefono, ha portato il carabiniere a fermare la donna.

 

Che nel frattempo, vistasi scoperta, aveva gettato uno dei cellulari per terra, mentre l’altro le squillava dentro la borsa.

 

Subito dopo il furto aveva cercato di fare dei prelievi nelle due banche in viale Corsini, sbarazzandosi di un portafogli, successivamente ritrovato da alcuni volontari della Festa, mobilitati anche loro per dare un supporto.

 

Refurtiva dunque recuperata e restituita ai legittimi proprietari. E signora denunciata. Ma una brutta serata per tutti, sia per i derubati che per i professori d’orchestra che non se la sono sentita di continuare il concerto.

 

Ma anche tanta amarezza per l’episodio da parte degli organizzatori della Festa del Volontariato, che non hanno perso un attimo cercando subito di dare una mano.

 

E che, pur non avendone ovviamente responsabilità alcuna, si sono scusati con il Maestro Giuseppe Lanzetta e i musicisti per quanto accaduto.

ARCHIVIO NOTIZIE