Giovedě 20 settembre 2018  3:56
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
TAVARNELLE V.P.
13.09.2018
h 10:01 Di
Silvia Luis
Il campo estivo? In inglese, nella magia di Badia a Passignano. Il racconto
Fra le vigne e l'Abbazia. Il Gazzettino del Chianti in visita al "camp" organizzato da Debora Chellini
immagine

BADIA A PASSIGNANO (TAVARNELLE) - Un luogo magico, immerso tra storia e natura, che non ha bisogno di presentazione: il Monastero di San Michele a Passignano incastonato tra le colline del nostro Chianti, sopra allla Sambuca, si staglia maestoso dal lontano 890 dopo Cristo, da quando fu costruito sulle ceneri di un fortilizio longobardo.

 

Ricco al suo interno di dipinti di numerosi artisti rinascimentali tra cui L’Ultima Cena di Domenico e Davide Ghirlandaio, è oggi custodito da Padre Lorenzo ed è meta assidua di turisti provenienti da tutto il mondo.

 

Qui, nella settimana dal 10 al 14 settembre, si svolge un corso speciale di inglese dal titolo “Back to school”, che vede coinvolti ventisei bambini che abitano nel nostro territorio: Badia a Passignano, Tavarnelle, Greve, San Casciano, Tavarnuzze, Bagno a Ripoli. Ma anche Galluzzo e Firenze.

 

 

Debora Chellini, che nel lontano 2009 partì con il corso di Inglese “Story Time” da San Casciano, si considera soddisfatta di aver esteso questa esperienza linguistica a tutti i comuni del Chianti, grazie agli innumerevoli tutors e alla cooperativa Nuvole, che la affiancano.

 

E ci parla con soddisfazione di questo corso a Badia a Passignano, dove fino a poco tempo fa non avrebbe mai immaginato di poter approdare.

 

“Tutto è iniziato l’anno scorso - ci racconta Debora - durante un corso agli insegnanti della scuola primaria del comprensivo Tavarnelle-Barberino, quando due insegnanti mi lanciarono l’idea di fare un summer camp a Badia a Passignano per i loro figli".

 

 

"Io era molto scettica - continua Debora - ma loro si proposero di contattare Padre Lorenzo visto che lo conoscevano bene, per il catechismo che i loro figli frequentavano proprio qui al Monastero”.

 

Padre Lorenzo acconsentì con molto entusiasmo da subito. E così, dopo una serie di incontri per pianificare nei dettagli il summer camp, il progetto è stato pubblicizzato a mezzo locandina e sui social. E la risposta è stata immediata, anche dai genitori di bambini che abitano a Firenze.

 

“La particolarità di questo summer camp - ci spiega Debora - è che non c’è niente di preconfezionato. Qui è il luogo che ci parla: nella storia delle sue pietre, nella torre dell’orologio, nel viale dei cipressi, negli affreschi della chiesa, nello spazio intorno a noi. Tutto è così unico che ha reso impagabile questa esperienza sia da un punto di vista didattico che emotivo”.

 

“In questo luogo magico i bambini - continua Debora - hanno fatto una caccia al tesoro, hanno imparato l’orologio, hanno imparato le forme geometriche attraverso le forme architettoniche del monastero, i colori attraverso una lezione nella vigna immersi nei colori della natura e soprattutto ciò che è stato bello è che i bambini che abitano qui a Badia a Passignano hanno avuto modo di fare un’esperienza nel loro territorio, visto che sono così fortunati ad abitare qui”.

 

Per una settimana Sandro, Matteo B., Maria Sofia, Vittoria, Denise, Matteo F., Mattia, Agata, Arturo, Riccardo, Kita, Giulia, Brenda, Emma C., Bianca Maria, Andrea, Emma I., Sveva, Vanni, Greta, Maria Paola, Pietro, Bianca, Cesare, Nicolò, Kaime hanno imparato tane parole in inglese interagendo con un territorio.

 

E nel toccare, vedere, ascoltare ciò che li circondava hanno impresso nelle loro menti le parole perché legate ad un’esperienza tangibile, di vita, che questo luogo ha riservato per loro.

 

Salutiamo tutti i bambini che sono stati contenti di avere un articolo tutto per loro... e soprattutto le tutors del campo che affiancano Debora quotidianamente: Letizia, Giuditta, Ilaria e Cristina.

 

Con l’augurio che il prossimo anno questo luogo possa offrire ad altri bambini altri segreti da svelare. E nuovi spunti didattici per i loro insegnanti.

ARCHIVIO NOTIZIE