Martedì 11 dicembre 2018  3:45
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
SAN CASCIANO V.P.
18.09.2018
h 19:51 Di
Matteo Pucci
Indiscrezioni confermate: Laika (e tutto il gruppo Hymer) diventa americana
La famiglia tedesca ha ceduto a Thor Industries. Fiom Cgil, prime reazioni: "Contenti che sia un gruppo industriale"
immagine

PONTEROTTO (SAN CASCIANO) - Era lo scorso Ferragosto quando, proprio sul Gazzettino del Chianti, oltre ad anticipare la notizia della cassa integrazione che sarebbe iniziata a settembre per oltre cento lavoratori Laika (proseguirà fino al 29), davamo conto anche delle voci di cessione da parte di Hymer.

 

A distanza di un mese le anticipazioni sono diventate realtà: la famiglia Hymer ha ceduto tutto il gruppo, compresa quindi la Laika di San Casciano, al colosso americano Thor Industries.

 

Il prossimo 21 settembre i sindacati incontreranno la direzione locale di Laika, che comunicherà ufficialmente l'acquisizione.

 

Per quella che è la fine di una storia di quelle importanti: è il gruppo Hymer infatti che ha voluto fortemente l'investimento del Ponterotto. Toccherà adesso ai nuovi proprietari indicare in quale direzione si vuol puntare per il futuro. E fra i lavoratori Laika c'è, comprensibilmente, grande attesa.

 

 

"Intanto - dice Yuri Campofiloni, della Fiom Cgil - possiamo dire di essere moderatamente tranquilli. Perché? Perché intanto l'acquisizione è da parte di un gruppo industriale, non finanziario: se fosse stato un gruppo finanziario, improntato solo alla remunerazione dell'investimento, saremmo stati meno tranquilli".

 

"Stiamo parlando - prosegue Campofiloni - del gruppo leader per l'America del Nord nella produzione di camper e case mobili. Che secondo me potrebbe ben integrarsi con Laika: in America il concetto di camper è molto diverso dal nostro, fanno dei tir-camper".

 

"In una selezione di soggetti interessati - conclude Campofiloni - Thor Industriee è quello che, secondo Hymer, abbinava capacità di investimento e sviluppo del settore. Per noi è imprtante, ovviamente anche per le tutele occupazionali: adesso vedremo gli sviluppi".

ARCHIVIO NOTIZIE