Venerdì 14 dicembre 2018  18:27
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
IMPRUNETA
11.10.2018
h 08:34 Di
Redazione
Arte, vino e la terracotta di Impruneta protagonisti a Food&Book a Montecatini
Sabato 13 ottobre appuntamento con l'artista Elisabetta Rogai e le aziende Mital Terracotte e I Balzini
immagine

IMPRUNETA - In occasione della VI Edizione di Food&Book, sabato 13 ottobre alle ore 16, alle Terme Tettuccio di Montecatini, Mital Terracotte, l’EnoArte di Elisabetta Rogai e l’Azienda Agricola I Balzini, alla presenza  di oltre 1500 etichette di produttori provenienti da tutte le regioni italiane, racconteranno una storia affascinante e insolita, di arte,  di terracotta e di vino.

 

Presentata da Marco Nocca, docente di Storia dell’arte antica all’Accademia di Belle Arti di Roma, il pubblico  delle Terme al Tettuccio assisterà ad una eccezionale performance live dell’artista fiorentina Elisabetta Rogai, che con la sua esclusiva tecnica EnoArte, dipinge con il SuperTuscany I Balzini White Label dell'Azienda Agricola I Balzini.

 

Diana D'Isanto, che conduce l'azienda agricola, è una giovane donna attenta alle peculiarità e rispetto del territorio, e ha  valutato un progetto per introdurre in cantina l'uso di tini in terracotta per stabilire così un contatto più diretto tra le antiche tradizioni del vino e un prodotto naturale del territorio toscano.

 

All’Azienda de I Balzini si sta sperimentando con Mital, l’Antica Fornace dei Fratelli Mariani a Impruneta, il paese del pregiatissima terracotta, i vari processi di vinificazione in orcio e la particolare ossigenazione. In sala è possibile ammirare un orcio di terracotta dell'azienda imprunetina.

 

Quella del vino fermentato nella terracotta è un mercato di nicchia, che sta riscontrando un grande interesse da parte di nomi importanti dell’enologia italiana e mondiale portando a pensare ad un trend generale in ascesa, infatti, in Toscana, la terracotta dell'Impruneta ha caratteristiche ideali per la vinificazione e la maturazione del vino, fornisce inoltre un ottimo isolamento termico e quindi ha la capacità preservare il vino da pericolosi sbalzi di temperatura, mentre la sua porosità consente allo stesso di conservare una giusta ossigenazione e tutto ciò, poiché la terracotta è un materiale inerte, avviene senza trasmettere alcun tipo di sentore, diversamente da quello che accade  quando il vino è conservato nel legno.

 

Un momento insolito e raro per vedere in azione le inesplorate interpolazioni tra arte e vino realizzate dall’originale artista Elisabetta Rogai che vive, tramite la sua fervida attività, una perfetta simbiosi con la natura.

ARCHIVIO NOTIZIE