Mercoled́ 19 giugno 2019  7:09
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
SAN CASCIANO V.P.
19.03.2019
h 10:05 Di
Antonio Taddei
Mercatale: il pranzo di tesseramento dell'Anpi: e spettacolo in memoria di Cecco
Una giornata di emozioni quella di domenica 17 marzo alla casa del popolo mercatalina: le parole e le foto
immagine

MERCATALE (SAN CASCIANO) - Domenica 17 marzo presso la casa del popolo di Mercatale si è svolta la campagna di tesseramento dell’AnpiSezione 25 luglio di Mercatale.

 

L’occasione è stata anche per passare un pomeriggio tutti insieme con la possibilità di partecipare al pranzo: compresi i volontari, che hanno collaborato con l’associazione “Cucinorum” all’organizzazione, sono stati centoquaranta i partecipanti che hanno preso posto nella sala da ballo del circolo.

 

In questo contesto si è voluto ricordare Francesco Innocenti, detto Cecco, venuto a mancare all’età di 69 anni nel giugno 2018.

 

 

A lui, nel pomeriggio è stato dedicato un racconto scenico con parole, immagini e musica dal vivo con letture eseguite da Samuel, Silvana, Elena, Gisella, Silvia, Ilaria, Gianni, Fabiana e i nipoti di Cecco.

 

La moglie Miria ha ringraziato i tanti partecipanti: "Devo essere sincera, quando i compagni dell’Anpi di Mercatale mi hanno detto di questa iniziativa, mi sono un po’ preoccupata perché un ricordo a volte può fare anche male, ma adesso mi sono resa conto che in realtà mi fa bene".

 

"L’altro motivo che mi spingeva a dire quasi un no - ha proseguito - era: questo: è vero, Francesco era un compagno che si dava da fare, aveva tante amicizie ed era impegnato in tante attività all’interno della sezione. Però voglio ricordare tanti compagni e compagne che, come lui, hanno dato il loro contributo a questa casa del popolo. E che purtroppo non sono più tra di noi".

 

"Tra questi - ha detto ancora - voglio ricordare il compagno Vittorio Caselli, l’amica e compagna Fiorenza Mocarelli e tutti gli altri compagni, compresi anche quelli che oggi stanno dirigendo la casa del popolo. Se oggi siamo qui, è perché i vecchi compagni con tanto sacrificio hanno messo mattone sopra mattone per realizzare questa casa del popolo. Per poi arrivare a parlare dei compagni partigiani che hanno reso libera questa Italia".

 

 

Portando i saluti del sindaco Massimiliano Pescini (a Roma), l'assessore Roberto Ciappi ha letto una lettera scritta dallo stesso primo cittadino per l’occasione.

 

Dopodiché hanno fatto un ricordo di Francesco anche Gabriella Bortone, Antonio Puoti della Fiom, Luigi Remaschi della sezione Anpi di Bagno a Ripoli. La serata si è poi è poi terminata con il canto popolare "Bella ciao", con tutti i presenti in piedi: un omaggio sincero a Cecco.

ARCHIVIO NOTIZIE