Mercoledž 19 giugno 2019  7:43
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
CHIANTI SENESE
14.04.2019
h 08:45 Di
Emanuele Grazzini
Radda, il congedo del consiglio comunale, tra distretto rurale e interventi alle scuole
Il futuro del sindaco Mugnaini? Non è ancora decisa la partecipazione alle prossime elezioni
immagine

RADDA IN CHIANTI - Nel pomeriggio di mercoledì 10 aprile nella Sala del Podestà di Radda in Chianti l’amministrazione comunale ha tenuto l’ultimo incontro con la popolazione prima delle prossime elezioni di maggio per un resoconto sul lavoro svolto durante la legislatura.

 

Per primo ha preso parola il sindaco Pierpaolo Mugnaini il quale ha spiegato come questo incontro fosse un atto dovuto nei confronti dei cittadini che sono di fatto gli unici proprietari del comune, una sorta di riconsegna della cosa pubblica e del bene comune.

 

Il sindaco ha voluto ricordare le linee che hanno guidato in questi anni l’amministrazione uscente e alcuni importanti risultati ottenuti. Prima di tutto il concetto di equilibrio di bilancio, che ha permesso al Comune di Radda di investire solo ed esclusivamente denaro di cui disponeva senza ricorrere ad alcun tipo di prestito.

 

Inoltre l’idea di guardare a un futuro di apertura in un mondo sempre più globale che ha fatto sì che il comune di Radda sia fra i capofila nel raggiungimento degli accordi del distretto rurale; non a caso infatti questo è l’unico comune ad essere rappresentato da due persone all’interno della commissione.

 

Infine l’essere riusciti a poter diversificare lo sviluppo economico grazie agli investimenti di aziende multinazionali. Aziende, come prosegue l’assessore all’urbanistica Daniele Barbucci, che hanno scelto questo territorio e non altri principalmente grazie a dei piani urbanistico e strutturale già attivi e che hanno permesso di procedere nei tempi necessari per investimenti di tale portata.

 

Non sono comunque da dimenticare, fra i vari lavori di miglioramento del paese come le illuminazioni e i cassonetti interrati, gli impegni volti a migliorare la scuola e la sua fruizione come quello di farsi carico del pagamento dello stipendio degli insegnanti necessari per evitare le pluriclassi alle scuole medie.


Abbiamo avuto il tempo, vista l’imminenza delle nuove elezioni, di chiedere al sindaco uscente quali sono le sue intenzioni sul futuro. “Non ho ancora deciso - ci ha risposto - questi anni mi hanno dato tanto ma mi hanno anche molto provato. Bisogna che ci siano tutte le condizioni necessarie e al momento non ci sono, anche se c’è chi sta lavorando per formare una buona squadra. Non è mia abitudine fare le cose tanto per fare e non ho quindi ancora preso una decisione in merito”.

ARCHIVIO NOTIZIE