Marted́ 18 giugno 2019  0:46
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
immagine SINDALCHIANTI
SINDALCHIANTI
A cura di
Cgil Zona Chianti
Identikit

Cgil Chianti... buon Lavoro! La Cgil è un’associazione di rappresentanza delle lavoratrici/tori e pensionati. Anche in Chianti svolge un’azione di tutela dei diritti collettivi e individuali. Alla contrattazione aziendale sul posto di lavoro e alla contrattazione territoriale  affianca un sistema di tutele e servizi per le persone che hanno necessità di essere assistite o orientate nella vita di tutti i giorni. Giovani in cerca di occupazione, prestazioni previdenziali e assistenziali, accesso ai servizi sociali, disabilità, pensione, rapporti con il fisco, vita attiva degli anziani, permesso di soggiorno di chi è immigrato in Italia, assistenza di chi va all’estero, sono solo alcune tra le situazioni ricorrenti per le quali lavoratori e cittadini chiedono aiuto e consulenza.

 

SAN CASCIANO
 
Responsabile zona Chianti CGIL: Laura Scalia; lscalia@firenze.tosc.cgil.it; 3484780163

Camera del Lavoro San Casciano, piazza Cavour 1-2, 055820018; cdlsancasciano@firenze.tosc.cgil.it

CAAF Cgil: Cristina Guidi, 055820018    

INCA: Martina Trambusti, Roberto Mannini, Stefano Catelani, Daniela Bellini, 055820018, sancascianovp@inca.it

FO: Antonella Semplici, Fabio Giovannuzzi, 055820018   

FEDERCONSUMATORI: 055820018 (mercoledì dalle 15 alle 17.30)

SUNIA: 055820018 (il secondo lunedì del mese dalle 15 alle 17.30)

SPI San Casciano: Marco Mantelli, segretario Lega, 055820018       
                


RESPONSABILI DELLE CATEGORIE CGIL CHIANTI


FIOM: Antonio Puoti, apuoti@firenze.tosc.cgil.it, 3440187316

FLAI: Simona Lelli, flaiartigianato@firenze.tosc.cgil.it, 3480710164

FILCAMS: Chiara Liberati, cliberati@firenze.tosc.cgil.it, 3400720861

FILCTEM: Chiara Torsoli, ctorsoli@firenze.tosc.cgil.it, 3408322454

FP: Mirella Dato, mdato@firenze.tosc.cgil.it; 3452527949 - Francesco Belli, fbelli@firenze.tosc.cgil.it, 3467459797

FILLEA: Stefano Pini, spini@firenze.tosc.cgil.it, 3389544246 - Tamara Terzi, mterzi@firenze.tosc.cgil.it, 3355702726 - Alessandro Lippi, alippi@firenze.tosc.cgil.it, 3480189886

SPI San Casciano: Segretario Lega Marco Mantelli, spisancasciano@firenze.tosc.cgil.it

SPI Greve in Chianti: Segretario Lega Silvano Farisei, spigreve@firenze.tosc.cgil.it          

SPI Tavarnelle: Segretario Lega Renato Sabatini, spitavarnelle@firenze.tosc.cgil.it     

SPI Impruneta: Segretaria Lega Iolanda Toccafondi, spiimpruneta@firenze.tosc.gil.it  

SPI Tavarnuzze: Segretaria Lega Iolanda Toccafondi, spitavarnuzze@firenze.tosc.cgil.it

SPI Bagno a Ripoli: Segreterio Lega Giorgio Monini, spibagnoaripoli@firenze.tosc.cgil.it

 

SEDI TERRITORIALI CGIL CHIANTI

 

GREVE IN CHIANTI: viale Vittorio Veneto 76, Tel/Fax 055853681; spigreve@firenze.tosc.cgil.it

STRADA IN CHIANTI: via Jacopo da Strada 2/B. Lunedì e venerdì 15-18, martedì 9-12 e 15.30-18.30; mercoledì 9-12

IMPRUNETA:  via della Croce 43, Tel/Fax 0552012022; spiimpruneta@firenze.tosc.cgil.it. Lunedì 16-18; martedì, giovedì e sabato 9-11.

TAVARNUZZE: via I Maggio 14, Tel 0552022899; spitavarnuzze@firenze.tosc.cgil.it. Lunedì 15-17, mercoledì 9-11, giovedì 9-12.

TAVARNELLE/BARBERINO VAL D'ELSA: Tavarnelle, piazza Matteotti 16, Tel/Fax 0558077324; spitavarnelle@firenze.tosc.cgil.it. Martedì, giovedì e sabato 9-12, venerdì 15-18. Barberino, piazza Capocchini 19, Tel 0558075442. Martedì 9-12, giovedì 15-18.

BAGNO A RIPOLI: via Ritortoli 6, Tel 055-630288\631477, Fax 055632475 (Grassina Tel 055644357); spibagno@firenze.tosc.cgil.it. Da lunedì a venerdì 9-12.30 e 14.30-18. Chiusura il giovedì pomeriggio. Sede Grassina, via Pian di Grassina 33/a, Tel/Fax 055644357. Da lunedì a venerdì 9-12.

 

NUOVI ORARI INCA ZONA CHIANTI
 
Martedì: 9-12/14-17.30 pm con appuntamento e senza
Mercoledì : 9-12 senza appuntamento doppio operatore pomeridiano 14-17 con appuntamento
Giovedì: 9-12
Venerdì: 9-12 doppio operatore con appuntamento e senza.
Lunedì chiuso tutto il giorno. Giovedì e venerdì pomeriggio chiuso.
 
Primo e terzo lunedì di tutti i mesi Tavarnuzze 9.00-12.00 Via I maggio n.14
Secondo e quarto venerdì del mese Impruneta 9.00-12.00 Via della Croce n.43
Primo mercoledì di tutti i mesi Strada in Chianti 9.00-12.00 Via Jacopo da Strada n.2b
Dal secondo mercoledì del mese e quelli successivi Greve 9.00-12.00 Viale Vittorio Veneto n.76
 
Per recarsi presso sedi territoriali occorre appuntamento gestito da Spi di zona.
SINDALCHIANTI
4.06.2019
Tutela e orientamento al lavoro. Nuovi servizi garantiti dalla Cgil nel Chianti
immagine

Vigilare e tutelare. Di fronte a un mercato del lavoro sempre più liquido, con i diritti dei lavoratori che tendono spesso verso il basso.

 

Ma, allo stesso tempo, garantire ascolto e orientamento a chi il lavoro lo ha perso e lo sta cercando. In un contesto magari profondamente diverso da quando vi si è affacciato anni e anni fa.

 

Alla Cgil del Chianti, nel nuovo spazio in piazza Cavour a San Casciano (ma non solo lì), aumentano i servizi a disposizione di tutti noi.

 

Sede Cgil in piazza Cavour: "Un investimento per le persone"

 

Come dice la coordinatrice della Camera del Lavoro nel territorio del Chianti fiorentinno, Laura Scalia, "il nostro è stato un investimento non solo immobiliare, ma di radicamento sindacale su un territorio che ci vede presenti. Dove investiamo su servizi individuali e collettivi".

 

Sporteli per orientamento a lavoro e occupazione

 

Come il Sol (Servizio Orientamento Lavoro) o lo Sportello Prometeo 4.0 per il sostegno all'occupazione.

 

"Sportelli per i diritti del lavoro - riprende Scalia - che censiscono falsi annunci di lavoro (stage, tirocini), offerte che sono formative e basta. In Chianti abbiamo alta stagionalità su turismo, manifattura e agro alimentare: bisogna stare vigili".

 

"Stagionalità - puntualizza - che spesso si traduce in precarietà e incertezza. Per noi è importante indirizzare e orientare i lavoratori, perché in questo territorio abbiamo eccellenze. Spesso la qualità lavorativa però non coincide con la qualità del prodotto. Ci sono state, non a caso, anche forme di caporalato... 4.0".

 

Elena Aiazzi: "Noi facciamo la nostra parte, lo Stato deve fare la sua"

 

Quindi, fa eco Elena Aiazzi della segreteria camera del lavoro fiorentina (settore del mercato del lavoro) "come Cgil di Firenze e del territorio abbiamo pensato di puntare all’orientamento al lavoro".

 

"Non siamo un’agenzia del lavoro - precisa - C’è il pubblico, lo Stato che deve fare il possibile sull’incontro fra domanda e offerta. Fra le cose che possiamo fare, nonostante le leggi che favoriscono la precarietà (anche recenti, con il Governo che sta facendo cose inutili e dannose, lasciando ad esempio inalterato tutto il sistema dei contratti precari), pensiamo di poter aiutare il neo laureato, il neo diplomato, chi ha perso il lavoro in età più avanzata".

 

"Lo possiamo aiutare - dice ancora - su quello che può fare per immettersi sul mercato, formarsi, cercando di tutelarlo da un mercato fatto anche di false offerte. In cui si rischia di trovarsi in situazioni imbarazzanti".

 

Prometeo dipende da un accordo con la Regione Toscana, "il Sol - rimarca - è invece il nostro servizio dedicato, svolto con grande professionalità dai nostri addetti. Questa nuova sede di San Casciano e questo territorio chiantigiano abbiamo pensato sia un luogo interessante per potenziarlo".

 

Margherita Bernardi: annunci ingannevoli e illegali. Una giungla di diritti ignorati

 

Di Sol si occupa Margherita Bernardi: "C’è un macroscopico problema di illegalità nel mercato del lavoro. La punta dell’iceberg si vede leggendo quotidianamente le offerte. Ingannevoli o, peggio, illegali".

 

Esempi di offerte ingannevoli: "Cercasi magazziniere e invece è vendita porta a porta di depuratori di acqua. Vendita cosmetici, sedicenti dietetici, contratti acqua, luce, gas e telefono... con reclutamento scorretto e trattamento scorretto".

 

"Ma non è la parte peggiore - prosegue Bernardi mostrandoci uno spaccato preoccupante - Si commettono furti di identità, furti di dati, molestie sessuali".

 

Altro fronte, quello delle offerte di lavoro illegali: "Apprendista esperto, stagista a tempo pieno, studente in alternanza scuola-lavoro, magari con bella presenza. Che ci fa capire anche il clima culturale che stiamo vivendo".

 

"Un inganno rivolto a un disoccupato viene considerato normale - tiene a evidenziare Bernardi - I disoccupati sono la carne da cannone del mercato grigio. Sul piano dell’illegalità: caporalato, offerte discriminatorie come età, sesso. Abbiamo una normativa, ma ormai subiamo gli effetti della cultura della precarietà".

 

Come funziona il Sol

 

Sol interviene su questo tipo di problemi: qui la sua Pagina Facebook,  sito web www.servizisol.cgil.it, mail per contattarlo sol@firenze.tosc.cgil.it.

 

Lo fa erogando servizi di consulenza gratuiti, aperti a tutti. Chiedendo appuntamento per mail (sol@firenze.tosc.cgil.it) si può essere ricevuti a San Casciano, Firenze, Empoli e Sesto Fiorentino. Si può fissare un appuntamento telefonando anche a qualunque sede Cgil.

 

"L'aggiornamento del curriculum vitae - continua Bernardi - è il servizio più richiesto: magari da utenti di una certa età, che hanno lavorato a lungo in poche aziende, e una volta che sono sul mercato del lavoro non sanno orientarsi. Sono cambiati i meccanismi".

 

Poi ci fa un esempio: "Piccola azienda artigianale e familiare in crisi: ha sempre regolato la propria ricerca di personale per quello che è, il massimo era mettere un cartello fuori quando non funzionava il sistema di conoscenze. Chi esce da qui si affaccia al mondo delle aziende più grandi e ha a che fare con sistemi di reclutamento molto diversi. Spesso delegati alle agenzie del lavoro: ed ecco che la persona non viene fuori da questa tenaglia".

 

Problemi pratici. Ma anche psicologici: "Non è facile - conferma Bernardi - è molto duro anche l’impatto psicologico sulle persone, con elevati fattori di stress. C’è bisogno di sostegno, di riguadagnare autostima. C’è da fare una battaglia sindacale che ci coinvolge tutti, per la legalità di incontro fra domanda e offerta di lavoro, e va fatta accompagnando le persone in modo singolo e sul piano collettivo".

 

Scalia: "Preoccupati per la nascita di agenzie per il lavoro in Chianti"

 

"La nuova legislazione è carente - rilancia Scalia - rispetto a quello che viene "venduto" sulla stabilizzazione, il famoso decreto dignità. Il Sol è una risposta a un decreto per cui molte persone vengono mandate via dai luoghi di lavoro perché non le vogliono stabilizzare".

 

"Sul territorio siamo preoccupati, stanno nascendo agenzie per il lavoro. Che attraverso la consulenza anche ai datori di lavoro si accreditano per fare incontro domanda-offerta. Che è un sistema che invece dovrebbe stare in capo al pubblico, particolarmente in un momento in cui con il reddito di cittadinanza sarebbe dovuta andare in un’altra direzione.

 

Matteo Pucci



ARCHIVIO RUBRICA