Giovedě 21 marzo 2019  6:36
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
immagine L'EDITORIALE
L'EDITORIALE
A cura di
Matteo Pucci
Identikit

Amo il mestiere di giornalista, raccontare le storie delle persone, entrare in contatto con realtà che, se la mia vita lavorativa fosse stata diversa, non avrei mai conosciuto. C'è bisogno di rispetto, empatia, curiosità: ormai lo faccio da tanti anni. Ho iniziato come tanti, scrivendo di sport, seguendo le partite dal calcio locale. Poi in questi anni ho lavorato nella carta stampata, sempre nel Chianti. Territorio che penso di conoscere palmo a palmo, strada per strada (anche se poi, ogni giorno, scopro sempre qualcosa di nuovo...). Ho deciso di credere fermamente nel progetto de Il Gazzettino del Chianti perché penso che il futuro dell'informazione passi in gran parte dal web: per le modalità di fruizione, per i costi insostenibili della carta. Sto scoprendo un mondo affascinante, in cui la contemporaneità della notizia deve sempre andare di pari passo con l'accuratezza. Se volete contattarmi, sottopormi quesiti, criticarmi, scrivete a m.pucci@gazzettinodelchianti.it. Vi risponderò da questa pagina.

L'EDITORIALE
3.01.2019
Per Il Gazzettino del Chianti un 2018 da sogno. Ma noi guardiamo già oltre
immagine

Un 2018 da sogno per Il Gazzettino del Chianti. Per la prima volta nella nostra storia, dal novembre 2012, abbiamo chiuso un anno ben al di sopra dei 2 milioni di visite. E con oltre 4 milioni di pagine visitate.

 

"Freddi" numeri che raccontano però il grande calore con cui ogni giorno i nostri lettori ci circondano.

 

Numeri che sono oltremodo positivi, nel 2018, anche per gli altri due nostri quotidiani, lo sportivo SportChianti e il webmagazine WeChianti. Sempre in crescita.

 

Anche i canali social, Facebook in primis, sono in gran forma: fra Gazzettino, SportChianti e WeChianti abbiamo oltre 35mila persone che seguono le nostre notizie anche tramite i canali social.

 

Che però, e questo è un altro motivo di orgoglio, non sono essenziali: in particolare per Il Gazzettino del Chianti, dove ormai il 75-80% dei lettori viene in autonomia sul giornale. Insomma, lo consulta una, due, tre volte al giorno a prescindere dai nostri post sui social.

 

Grazie. Grazie. A tutti. Ai lettori, come detto, in primis: senza lettori non ci sono giornali.

 

A tutti i nostri giornalisti, che prima di tutto sono cittadini dei paesi che raccontano ogni giorno sul Gazzettino del Chianti.

 

Ai nostri sponsor (ricordiamo che viviamo esclusivamente di raccolta pubblicitaria): molti di loro hanno "sposato" da tempo la nostra "causa", rimanendo presenti a lungo. Veri e propri compagni di viaggio dei quali non possiamo che essere orgogliosi.

 

Da parte nostra possiamo solo farvi una promessa: continuare a mettere impegno, passione, professionalità. Tutti i giorni.

 

Per permettervi di avere mezzi di informazione locale seri, affidabili, partecipi della vita che raccontano. Indipendenti.

 

Buon anno a tutti.

 

Matteo Pucci



ARCHIVIO RUBRICA