Mercoledž 29 marzo 2017  1:26
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
immagine L'EDITORIALE
L'EDITORIALE
A cura di
Matteo Pucci
Identikit

Amo il mestiere di giornalista, raccontare le storie delle persone, entrare in contatto con realtà che, se la mia vita lavorativa fosse stata diversa, non avrei mai conosciuto. C'è bisogno di rispetto, empatia, curiosità: ormai lo faccio da tanti anni. Ho iniziato come tanti, scrivendo di sport, seguendo le partite dal calcio locale. Poi in questi anni ho lavorato nella carta stampata, sempre nel Chianti. Territorio che penso di conoscere palmo a palmo, strada per strada (anche se poi, ogni giorno, scopro sempre qualcosa di nuovo...). Ho deciso di credere fermamente nel progetto de Il Gazzettino del Chianti perché penso che il futuro dell'informazione passi in gran parte dal web: per le modalità di fruizione, per i costi insostenibili della carta. Sto scoprendo un mondo affascinante, in cui la contemporaneità della notizia deve sempre andare di pari passo con l'accuratezza. Se volete contattarmi, sottopormi quesiti, criticarmi, scrivete a m.pucci@gazzettinodelchianti.it. Vi risponderò da questa pagina.

L'EDITORIALE
27.03.2017
Una domenica ai giardini dell'Antella: la normale bellezza che deve fare notizia
immagine

Giro spesso e volentieri, ovviamente, in tutti i nostri paesi: lo faccio quotidianamente per lavoro, ma anche nel fine settimana, con la famiglia, per godermi la bellezza che fiorisce attorno a noi.

 

Una bellezza che, spesso, dimentichiamo: come capita sempre per chi vi è immerso infatti, è molto più semplice sentire qualche critica che qualche elogio.

 

Una tendenza alla quale si sono arresi (anche se a volte qualcuno cerca di ribellarsi) i sindaci, gli assessori, chi organizza iniziative, manifestazioni. Il borbottio di pochi che criticano supera sempre, e dico sempre, il tacito assenso dei tanti che apprezzano.

 

ANTELLA - I giardini del paese

 

Anche per questo motivo ho deciso di scrivere queste poche righe. Perché anche da parte nostra, ovvero di giornali con migliaia e migliaia di lettori quotidiani, c'è una responsabilità in questo percorso in negativo.

 

Invece anche la normale bellezza quotidiana deve fare notizia: ed è quella che ho vissuto insieme alla mia famiglia in una semplice domenica mattina di marzo ai giardini dell'Antella.

 

Bellissimi, pulitissimi, erba rasata e a perdita d'occhio. Tantissimi giochi per la mia bimba che si è letteralmente... persa. Fra altalene, castello e scivoli, dondoli a forma di animale, "la casina verde e la casia gialla" da cui fare cucù... .

 

ANTELLA - I giardini del paese

 

Dico davvero bravi a chi li gestisce, a chi se ne prende cura con rispetto e passione. All'Antella come in tantissime delle nostre realtà.

 

Ed è nostro dovere, mio dovere, portare all'attenzione questa normale, piccola, grande bellezza.

ARCHIVIO RUBRICA