Luned́ 21 agosto 2017  19:42
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
immagine T'INFORMO
T'INFORMO
A cura di
Gruppo Pd Regione Toscana
Identikit

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un forte aumento della presenza, della “pervasività” e della qualità dell’informazione locale online.

Le testate storiche si sono rafforzate, altre sono nate arricchendo il panorama ed il pluralismo, ogni luogo della Toscana, dai piccoli ai grandi centri, ha ormai uno spazio sulla rete che garantisce visibilità e attenzione alle notizie del territorio.

Si tratta, per molte testate, di numeri di grande rilevanza, con migliaia di accessi quotidiani e un filo diretto con i lettori non banale. Una funzione di informazione dettagliata e puntuale, con la peculiarità del “tempo reale”, della capacità cioè di raccontare gli avvenimenti pressoché in diretta.

Dietro a questa realtà ci sono decine di persone, di operatori dell’informazione, di giornalisti che in molti casi, oltre a produrre news, svolgono una preziosa attività di servizio, di pubblica utilità su tante questioni che riguardano direttamente la vita dei cittadini in rapporto alle istituzioni, alla salute, alla mobilità, all’ambiente, la cultura, il tempo libero e così via.

Anche la politica (in senso lato) beneficia di questi preziosi vettori di informazione locale e ne alimenta il flusso, nella consapevolezza che essi rappresentano una grande risorsa per far conoscere idee, iniziative e progetti, o per partecipare al dibattito che spesso si anima attraverso le news.

Per questi motivi, nell’ambito del programma della comunicazione del nostro gruppo consiliare, abbiamo deciso di riservare proprio alle testate online, che da anni amplificano le iniziative dei nostri consiglieri relative ai diversi territori, un’attenzione particolare, acquistando lo spazio per questa rubrica.

 

QUI LA VIDEO PRESENTAZIONE

 

Lo scopo è quello di provare ad annodare un filo ideale tra notizie locali e informazione regionale, proponendovi, di volta in volta, argomenti e questioni al centro della nostra attività in Regione Toscana.

Il gruppo consiliare del Partito Democratico in Consiglio regionale conta 23 consiglieri, eletti in tutte le province e, in quanto gruppo di maggioranza, indirizza e sostiene la linea di governo della Toscana.

Molte volte si tratta di un lavoro “oscuro”, svolto in tante riunioni di commissione, ma che, vi assicuro, il più delle volte si traduce in scelte concrete, in leggi e deliberazioni che influiscono sulla vita dei cittadini.

Con la volontà e l’ambizione, chiaramente, di migliorarne le condizioni, proseguendo e se possibile, implementando la tradizione del buon governo toscano.

I consiglieri del gruppo Pd in Consiglio Regionale

(SPAZIO A PAGAMENTO)

T'INFORMO
12.08.2017
La prima variazione del bilancio regionale "premia" cultura, sociale, economia e ambiente
immagine

Un pacchetto di interventi normativi che va ad incidere su diversi ambiti della programmazione regionale, dalla cultura al sociale, temi cruciali che si confermano prioritari per la Toscana.

 

La prima variazione al bilancio di previsione 2017-2019, approvata dal Consiglio regionale nelle scorse settimane, è certamente uno dei provvedimenti più importanti adottati dall’Assemblea prima della breve pausa estiva.

 

La variazione è stata illustrata in aula dal presidente della commissione bilancio, Giacomo Bugliani (Pd) e rappresenta il coronamento di un fitto lavoro svolto tra i consiglieri di maggioranza e l’assessore Vittorio Bugli.

 

Rilevante la presenza di oltre 17 milioni di euro per attività culturali così come le risorse stanziate nell’ambito del diritto allo studio, che ammontano a 16 milioni di euro, una parte dei quali va a toccare il tema degli interventi urgenti in materia di edilizia scolastica.

 

Oltre 5 milioni per il 2017 oltre 3,5 milioni nel 2018 e quasi 1 milione nel 2019 vanno al settore politiche sociali e per la famiglia, in particolare più di 2,3 milioni destinati a misure di sostegno della locazione abitativa.

 

Sono previste, poi, maggiori risorse per interventi a favore delle politiche locali per la sicurezza, oltre 1 milione di euro per il 2017, oltre 1,2 milioni per il 2018 e circa 1,2 milioni per il 2019.

 

Sono più di 7 milioni per il 2017, oltre 9 nel 2018 e 9 nel 2019 le cifre stanziate invece per la tutela dell’ambiente, mentre oltre 5 milioni di euro per quest’anno vengono aggiunti a quelli in programmazione per il sistema agroalimentare.

 

Da segnalare per il 2017 5,7 milioni di euro per lo sviluppo e la competitività del sistema economico. In particolare, nell’ambito del piano strategico della Costa, 500mila euro sono destinati ad uno studio di fattibilità per la realizzazione di poli tecnologici dell’economia circolare.

 

Sette milioni di euro vanno inoltre al trasporto pubblico locale, circa 2 milioni di euro nel 2017 per la valorizzazione del territorio in ambito turistico mentre 4 milioni di euro nel 2017 e 2 milioni nel 2018 per la realizzazione di opere di viabilità di interesse regionale.

 

Queste le priorità d’intervento all’interno delle quali ci sono poi risorse destinate a singoli interventi sui territori.

 

Altre risorse, invece, riguardano progetti specifici, come "Centomila orti in Toscana" che vede aumentare la dotazione finanziaria per il 2018 di 300mila euro.

 

Arrivano inoltre ulteriori risorse per 1 milione di euro all’Autorità portuale regionale, per gestire le aree demaniali a finalità turistico ricettiva.

 

Il Consiglio, infine, ha deciso di assegnare un contributo di solidarietà, pari a 20mila euro ciascuno per due anni, a Mario Vece, l’artificiere della polizia di 39 anni ferito a Capodanno nel centro di Firenze da una bomba ed alla famiglia di Leonardo Lo Cacio, portiere di notte in un hotel, ucciso brutalmente  lo scorso marzo a Prato.

 

Ecco alcuni dei principali interventi sui vari territori contenuti nel provvedimento.

 

- La Fondazione Carnevale di Viareggio potrà contare su un milione di euro per far fronte al nuovo sbilancio dovuto al venir meno di entrate previste dallo Stato e dal Comune.

 

- La città di Pisa potrà contare su contributi straordinari di 9milioni, di cui 5 al Comune per la Cittadella Galileiana e 4 in favore dell’Università

 

- Per chiudere la gestione commissariale del Consorzio Z.I.A., zona industriale apuana, si prevedono 500mila euro in più.

 

- Per cofinanziare un contratto di sviluppo, stipulato tra il Ministero dello sviluppo economico ed il Gruppo Solvay, sono previsti 500mila euro.

 

- Il comune di Cascina potrà contare su un contributo straordinario di 50mila euro per il 2017 ed i due anni successivi per lo sviluppo del progetto Fab Lab del Polo tecnologico di Navacchio.

 

- All’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche sono assegnati circa un milione e mezzo di euro per la cooperazione sanitaria internazionale.

 

- Il comune di Isola del Giglio avrà un contributo straordinario di 300mila euro, pari al riconoscimento della Regione Toscana come parte civile a titolo di risarcimento danni nel processo della Costa Concordia.

 

- La provincia di Pisa potrà contare su un contributo straordinario di 400mila euro per il progetto definitivo della nuova sede del liceo di San Miniato e Montopoli Valdarno.

 

- Alla valorizzazione del teatro Ernesto Rossi di Pisa sono destinati 100mila euro.

 

- Alla progettazione e realizzazione della scuola media di Aulla sono infine destinati 1.700.000 euro, nell’ambito del Piano degli interventi per superare le emergenze causate dalle alluvioni del 2011.

ARCHIVIO RUBRICA