Mercoledì 1 aprile 2020  0:42
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
IMPRUNETA
17.01.2020
h 10:10 Di
REDAZIONE
Consiglio comunale aperto sulle scuole: le opposizioni invitano a partecipare
Martedì 21 gennaio alle 18: "Il confronto passa da trasparenza, ascolto, informazione"
immagine

IMPRUNETA - "Dopo la richiesta presentata dalle opposizioni il 3 gennaio, lunedì scorso la Conferenza dei capigruppo ha stabilita la data, il luogo e le modalità di svolgimento del consiglio, che dà così la possibilità ai cittadini di intervenire e di avere un quadro di conoscenza più completo riguardo alla situazione scuole del nostro comune".

 

I gruppi consiliari di opposizione, tramite i loro consiglieri (Gabriele Franchi e Alessandro Giovannini di Cittadini Per, Leonardo Rossi del MoVimento 5 Stelle, Matteo Zoppini del centrodestra, Roberto Viti di Obbiettivo Comune), informano del consiglio comunale aperto ai cittadini che si terrà martedì 21 gennaio alle 18, sull’edilizia scolastica e il progetto scuole. 

 

"Sono stati invitati i rappresentanti della scuola - rimarcano i consiglieri - di cui auspichiamo vivamente la presenza. Dalle 17.30 le persone potranno prenotarsi per gli interventi. Al termine dello spazio aperto, e a metà di esso, il sindaco risponderà alle domande che sono state poste in merito alla scuola, e successivamente si aprirà il dibattito consiliare, che con ogni probabilità si protrarrà fino a dopocena. In merito, sarà discussa la mozione che è stata presentata a nome dei quattro gruppi consiliari di opposizione". 

 

"La mozione - ricordano - che ripercorre le nefaste tappe di questi sei anni di scelte scolastiche delle amministrazioni calamandrei, pone due specifiche richieste: programmare i necessari lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione di tutti gli edifici scolastici di proprietà del Comune di Impruneta, compreso il completamento di quelli riguardanti la scuola materna di via Roma; istituire una Commissione tecnica che definisca e sottoponga tempestivamente al consiglio comunale un progetto Sassi Neri, al fine di mettere in sicurezza l’area degli scavi di bonifica bellica, mappare il terreno e valutare la l’incidenza delle criticità ambientali legate ad amianto e metalli pesanti sia sulla tempistica dei lavori che sull’aumento dei costi per la revisione dei progetti e per la realizzazione del plesso scolastico ivi previsto dalla giunta comunale".

 

"Invitiamo caldamente tutti i cittadini a partecipare - concludono - il confronto sulle scuole passa dalla trasparenza, dall’ascolto e dall’informazione, e un consiglio comunale aperto è in questa ottica senza dubbio lo strumento migliore".

ARCHIVIO NOTIZIE