Venerdě 22 settembre 2017  6:29
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
BARBERINO V.E.
18.09.2017
h 17:21 Di
Redazione
Arrivano i finanziamenti per la ricostruzione della scuola dell'infanzia di Marcialla
Formalizzato il decreto interministeriale per i fondi alla ricostruzione. Investimento da oltre un milione di euro
immagine

MARCIALLA (BARBERINO VAL D'ELSA) - Il progetto di realizzazione della nuova materna, elaborato dagli architetti Alberto Masoni e Sandra Calosi del Comune di Barberino Val d’Elsa, è sulla carta nella sua fase definitiva/esecutiva, approvata dalla giunta dell’Unione comunale del Chianti fiorentino, e si appresta a diventare realtà.

 

“E’ stato varato il decreto interministeriale, tanto atteso, che include il finanziamento per la ricostruzione della scuola, presente tra gli interventi statali da finanziare nell’ambito del bando triennale di edilizia scolastica”.

 

E’ quanto fa sapere soddisfatto il sindaco di Barberino Val d’Elsa Giacomo Trentanovi che due anni fa aveva decretato la chiusura in forma contingente, necessaria e temporanea del plesso dopo averne verificato, attraverso studi e indagini mirate e specifiche, l’inadeguatezza strutturale e l’incapacità di sopportare azioni statiche e sismiche.

 

 

“Il nostro impegno nell’edilizia scolastica - dice Trentanovi - segno evidente che si inserisce nel solco di una tradizione locale, scaturisce da una volontà politica condivisa dall’Unione comunale".

 

"Dopo l’apertura della nuova scuola primaria di Barberino nel polo scolastico di Bustecca - rimarca - percorso che abbiamo portato a termine grazie alla determinazione, alla competenza e al lavoro di squadra dell’Unione comunale e della Regione Toscana, la priorità adesso è rappresentata dalla realizzazione dell’edifico scolastico di Marcialla che dovrà essere demolito e ricostruito”.

 

"Abbiamo la certezza del finanziamento - aggiunge il sindaco di Tavarnelle David Baroncelli, nonché assessore alla pubblica istruzione dell’Unione comunale del Chianti fiorentino - e questa è la buona notizia, attendiamo il trasferimento delle risorse per poi procedere con la gara d'appalto e l'affidamento dei lavori".

 

La progettazione è stata elaborata in modo da assegnare alla scuola un alto livello di interazione sociale.

 

 

Gli spazi sono flessibili e connessi fra loro, dotati di porte scorrevoli, il giardino a portata di aule e un’unica area polivalente, illuminata da un imponente lucernario, si propone come punto di incontro e di fuga per gli oltre 80 bambini che ricominceranno a dare linfa vitale alla nuova scuola della frazione barberinese.

 

La scelta dei materiali è legata alla sostenibilità ambientale, la progettazione è attenta ai requisiti di isolamento termico e certificazione energetica e acustica. L’edificio, esteso su una superficie di 1300 mq, accoglierà tre aule e sarà caratterizzato da laboratori, spazi motori, mensa e centro cottura.

 

L’investimento complessivo si aggira intorno al milione di euro di cui oltre la metà sarà finanziato attraverso contributi statali.

 

 

ARCHIVIO NOTIZIE