spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un sistema a led sanificante (anti Covid) installato alla Blue Clinic di Bagno a Ripoli

    Una innovativa tecnologia anti batterica e virale. Ad installarla la T Luce Italia, azienda fondata e di proprietà di Alessandro Abbate, nato e cresciuto a San Polo in Chianti e da 25 anni in Asia

    BAGNO A RIPOLI – Una iniziativa da sottolineare. Che un’azienda ormai globale, ma con radici in territorio chiantigiano (e formazione del fondatore in “terra ripolese”), sta portando avanti in questi tempi di Covid-19.

    E che ha visto, nei giorni scorsi, una ulteriore installazione. Stavolta presso la Blue Clinic di Bagno a Ripoli.

    Ma andiamo per ordine: alla Blue Clinic, struttura frequentata ogni giorno da centinaia e centinaia di persone, è stato donato (e installato nella sala d’attesa) il prodotto Saniled by T Luce. Ma di cosa si tratta?

    “Il pannello – spiega l’azienda – nel formato 60 x 60, è composto da un diffusore/luce a led dimerabile 5000K + sistema filtraggio (8 filtri), più telecomando. Lavora in presenza di persone ed è applicabile in qualsiasi ambiente”.

    Saniled by T Luce Italia, installato alla Blue Clinic di Bagno a Ripoli



    “Il suo sistema di filtraggio brevettato – aggiunge – prende l’aria dagli ambienti e la restituisce sanificata contro virus e batteri: è testato da un ente rerzo contro Covid e Sars, e garantito due anni. Saniled è in grado di gestire in un’ora fino a 60 metri cubi d’aria a seconda delle velocità di filtraggio aria”.

    “La sua rumorisità – si dice ancora – è pressoché inesistente e grazie alle sue caratteristiche, mantiene l’aria degli ambienti sanificata. Si può applicare in 3 modi: a controsoffitto, in sospensione, a soffitto. Installato nel “controsoffitto” non richiede kit specifici. Il montaggio del pannello è semplice. Basta l’intervento di un elettricista per dare “corrente” al pannello nella posizione stabilita”.

    “I filtri – si spiega ancora – hanno una durata di 4.200 ore. Il pannello è provvisto di una “spia” che si accende quando i filtri hanno raggiungo le ore di lavoro. La sostituzione dei filtri è semplicissima e la può fare chiunque”.

    Dicevamo delle origini chiantigane della T Luce Italia: Alessandro Abbate, il fondatore e proprietario della società, è nato e cresciuto a San Polo in Chianti. E da 25 anni è in Asia.

    Ex studente del liceo Gobetti-Volta di Bagno a Ripoli e della Scuola Scienze Aziendali di Sorgane, Abbate arriva  in Asia nel 1997 lavorando per la nota azienda fiorentina Targetti.

    1998: Alessandro Abbate, sulla sinistra e con l’imprenditore Paolo Targetti, a destra

    Nel 2010, dopo aver creato la società Anthropology attiva  nel campo dello studio progettuale e della produzioni per l’illuminotecnica, con sede principale a Manila, nelle Filippine, fonda nella stessa città la Camera di Commercio italiana, che fino ad allora non esisteva.

    Ne è stato il presidente dal 2010 al 2015, creando valore e legami tra molte aziende italiane (del Chianti in special modo) e le Filippine.

    Nasce successivamento il marchio italiano T Luce, frutto della collaborazione tra ingegneria e design italiani.

    A sinistra Maria Bergmark, responsabile PR e comunicazione T Luce Italia. A destra Il presidente della Blue Clinic Stefano Manneschi

    La T Luce Italia è una società fiorentina attiva nel campo della ricerca, produzione e design di nuove apparecchiature di apparati di illuminotecnica architetturale, stradale outdoor e indoor.

    In risposta alla pandemia mondiale, l’azienda facente parte di un gruppo internazionale con sede in Asia guidato e fondato da Abbate, ha risposto immediatamente mettendo in campo competenze e tecnologie testate.

    Certificate a livello internazionale, e in grado di purificare (ad esempio) l’aria da virus, batteri ed altri agenti nocivi per la salute. Da qui è nato Saniled by T Luce.

    Blue Clinic è la prima struttura ad aver installato in provincia di Firenze tale tecnologia, già introdotta in molti altri comuni italiani da maggio ad oggi.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...