Giovedě 23 febbraio 2017  8:01
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
BAGNO A RIPOLI
22.02.2017
h 09:17 Di
Redazione
Terza corsia A1, Sinistra Italiana: "A disposizione dei cittadini per informazioni"
"Visto che certe domande non possono rimanere senza risposta, ed essendo in consiglio comunale, noi ci siamo"
immagine

BAGNO A RIPOLI - E' Sinistra Italiana a occuparsi, stavolta, della questione dei lavori per la realizzazione della Terza Corsia dell'A1, che come tutti sanno sta facendo "ribollire" il territorio di Bagno a Ripoli (in particolare su Ponte a Ema e Antella) da anni.

 

Lo fa con una nota che, oltre a ricostruirne una parte di storia recente, chiama l'amministrazione comunale a dare alcune risposte.

 

"L’acceso dibattito sulla realizzazione della terza corsia autostradale nel tratto che attraversa il nostro comune - esordisce la nota - non si è concluso dopo l’approvazione, nella conferenza dei servizi del maggio 2016, del progetto riguardante la variante di San Donato. Un’affollata assemblea organizzata nello scorso novembre da Legambiente e dal comitato Salviamo l’Isone ha visto l’intervento di esperti indipendenti, i quali hanno illustrato con chiarezza le preoccupazioni per gli impatti ambientali del rimodellamento morfologico della valle dell’Isone e per il rispetto delle normative di tutela ambientale e delle prescrizioni consegnate dalla Regione Toscana".

 

TERZA CORSIA A1 - Primi lavori in corso

 

"In base a ciò - ricorda Sinistra Italiana - quasi 250 cittadini hanno sottoscritto osservazioni al progetto esecutivo e alla dichiarazione di pubblica utilità dell’opera; una petizione dello stesso tenore è stata ritenuta ammissibile per l’esame da parte della competente commissione del Parlamento Europeo, dimostrando che le argomentazioni sostenute sono degne di considerazione". 

 

"Non sono ancora chiare le reali ragioni della variante - sottolineano - non sono state esposte con chiarezza le ragioni della mancata tempestiva informazione alla cittadinanza, all’epoca nella quale erano ancora possibili osservazioni ed integrazioni ad un progetto di tale impatto; non è stata ancora chiarita la ragione dello stoccaggio del terreno di risulta degli scavi sul territorio di Bagno a Ripoli".

 

"Ci pare - rilanciano - che l’amministrazione comunale, per parte sua, non possa lasciare dette domande e preoccupazioni senza risposta. Del resto la stessa sospensione dei lavori per il parcheggio dell’ospedale di Ponte a Niccheri, disposta dall’Autorità di bacino a causa dei rischi di esondazione dell’Isone, contribuisce a generare legittimi interrogativi sulle conseguenze, nelle aree poste a valle, del rimodellamento di San Donato".

 

TERZA CORSIA A1 - Primi lavori in corso

 

"Quanto al primo lotto dei lavori - proseguono - Ponte a Ema-Antella, l’avvio della cantierizzazione richiederebbe un’informazione puntuale e costante, specie in relazione all’abitato di Antella, più direttamente interessato. Ancora non è stato chiarito, tra le altre cose, se si renderà necessario, e per chi, un allontanamento temporaneo dalle abitazioni".

 

"Poiché un buon processo di condivisione su tempi e modalità dei lavori risulta indispensabile per ridurre al minimo il disagio e l’incertezza dei residenti - annunciano in conclusione - Sinistra Italiana, forza politica rappresentata in consiglio comunale, si mette a disposizione delle urgenze di chiarimenti e rassicurazione che i cittadini vorranno esprimere nei confronti dell’amministrazione comunale e degli altri soggetti coinvolti. Chiunque volesse fare una segnalazione su questo argomento, può inviare una comunicazione a questo indirizzo di posta elettronica: carlo.milano7@tin.it".

ARCHIVIO NOTIZIE