spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 18 Ottobre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Promozione del territorio: il 5 agosto nasce ufficialmente I Berardenga

    Timbro su un territorio con la forma geografica di una farfalla, che prova a muoversi lentamente, a passo di danza, nel punto fisico di confine fra il Chianti che diventa Crete Senesi

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Nasce “I Berardenga”, un porto sicuro e accogliente per viaggiatori romantici e curiosi, un piccolo faro, nella notte dei tempi, per quanti ancora non hanno mai smesso di sognare.

    Nei locali dell’ex Frantoio della Villa a Sesta (Castelnuovo Berardenga) sede dell’associazione Quinquatrus, venerdi 5 agosto, alle ore 18, brindisi di buon auspicio per il primo vagito di un’idea e di uno scopo che si prefiggono di promuovere un territorio splendido.

    Come? Attraverso le sue innumerevoli bellezze naturali e architettoniche, con iniziative culturali e turistiche, escursioni nella campagna, visite guidate, laboratori artigianali, dove mangiare, cosa visitare, ingressi ai musei, dove pernottare, in relazione con tutte le Terre di Siena.

    “I Berardenga”, timbro su un territorio con la forma geografica di una farfalla, che prova a muoversi lentamente, a passo di danza, nel punto fisico di confine fra il Chianti che diventa Crete Senesi e viceversa.

    Una scossa elettrica di relazioni, iniziative, contatti, che ogni giorno, (tranne il lunedi) è a disposizione con il sorriso: martedi 10.30-13.30, mercoledi e giovedi 14.30-18.30, il venerdi, sabato e domenica 10.30-16.30 no stop.

    Contatti: 3331151570 – 3339513833 – 3494379381 – iberardenga@gmail.com.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...