spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Autopalio, bus fuoristrada: arrestato il conducente per omicidio stradale e lesioni

    In seguito agli elementi probatori raccolti, pare che si sia distratto mentre era alla guida del mezzo

    FIRENZE-SIENA – L'esito era nell'aria, e si è materializzato nella serata di mercoledì 22 maggio. 

     

    Il conducente del bus turistico finito fuori strada in Autopalio, la mattina di mercoledì 22 maggio, dove è morta una donna e 37 persone sono rimaste ferite, è stato posto in stato di arresto per omicidio stradale e lesioni.

     

    La misura è stata decisa a seguito analisi elementi probatori raccolti. Per distrazione infatti, l'uomo avrebbe perso il controllo mezzo, avrebbe provato a riprenderlo ma non c'è riuscito.

     

    Distrazione, precisano gli ambienti investigativi, che non è da ricollegare al'uso cellulare, ma ad alcune operazioni sulla plancia dei comandi che avrebbero distolto la sua attenzione da orizzonte. 

     

    La misura dovrà essere convalidata giovedì 23 maggio. Intanto è stato trattenuto in camera di sicurezza. 

     

    Della comitiva di turisti, in 44 stanno rientrando a Montecatini da dove provenivano; 21 sono ancora in ospedale Siena e uno in ospedale Poggibonsi.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...