spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Terremoto, ecco l’indirizzo mail al quale segnalare offerte di aiuti

    Chi ha la possibilità di raccogliere vestiti e medicinali può scrivere alla Regione

    FIRENZE – La Regione Toscana ha attivato un indirizzo di posta elettronica al quale sarà possibile segnalare le disponibilità di aiuti.

     

    L'invito è rivolto soprattutto a enti, imprese e attività produttive, associazioni, oltre che ai privati cittadini che hanno la possibilità di accoglienza in strutture (alberghi, abitazioni o locali) beni di prima necessità, come vestiario e medicinali che possono da ora scrivere a emergenzaterremoto@regione.toscana.it.

    "Ringraziando fin da ora tutti coloro che si faranno avanti –  dice l'assessora regionale Federica Fratoni – che so essere tantissimi, fatto che conferma le grandi capacità di risposta che la Toscana sa dare in questi casi, ribadisco l'invito a non attivare raccolte di beni di prima necessità come alimenti e vestiario o medicinali, perché al momento non sono necessari"

    Continua l'assessora: "Ricordo invece che chi volesse contribuire con un auto economico, può farlo versando sul conto corrente che hanno attivato insieme Regione Toscana e Anci per la raccolta fondi".

    Il conto corrente appena attivato per i territori terremotati del centro Italia è il numero 8888.32 aperto presso l'agenzia 17 di Mps a Firenze Iban IT 43 Q 01030 02818 000000888832

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...