sabato 6 Marzo 2021
Altre aree

    Casi Covid a scuola: a Castelnuovo Berardenga dopo le medie chiudono anche le elementari

    I contagi, ma soprattutto le quarantene stabilite per i contatti diretti, hanno ridotto troppo i numeri del corpo docente. Rendendo impossibili le lezioni in presenza

    CASTELNUOVO BERARDENGA – L’annuncio lo dà il sindaco, Fabrizio Nepi, e fa il paio con quello di alcuni giorni fa sulle scuole medie. Scuole elementari (la “Mazzei”) chiuse, a Castelnuovo Berardenga, almeno per tre giorni.

    # Castelnuovo: Covid, oltre il 50% del corpo docente delle medie in isolamento. Il sindaco le chiude

    “Si comunica – dice Nepi – che un ragazzo della scuola Elementare Mazzei è risultato positivo al Covid e di conseguenza la Asl ha deciso di collocare in isolamento domiciliare 30 bambini e 3 docenti”.

    “Si può rassicurare la cittadinanza – aggiunge Nepi – ed in particolare la comunità scolastica dal momento che la situazione è sotto la diretta gestione di Asl, le persone che sono state giudicate “contatti stretti” sono già state o stanno per essere contattate ed a breve sarà programmato nei loro confronti il tampone di controllo”.

    “Nella mattina di giovedì – annuncia – sarà prevista una specifica sanificazione dell’intero plesso scolastico”.

    “Considerata l’indisponibilità di una parte del corpo docente – e qui vengono le note dolenti – in isolamento per contatto stretto con soggetto positivo e la particolare situazione di criticità, rende di fatto impossibile la prosecuzione delle attività scolastiche in presenza”.

    “Sentito il Dipartimento di Prevenzione della Zona Senese dell’azienda Ausl Toscana Sud Est – annuncia il sindaco castelnovino – di concerto con la Dirigenza Scolastica dell’Istituto Comprensivo Papini, informata la Prefettura di Siena, abbiamo ritenuto cautelativamente opportuno adottare apposita ordinanza di sospensione delle attività didattiche in presenza della scuola elementare “Mazzei” di Castelnuovo Berardenga a far data da mercoledì 24 febbraio fino al giorno venerdì 26 febbraio”.

    “Riservandosi – mette in guarfdia – di prorogarne gli effetti anche a seguito dell’esito di ulteriore confronto col Dipartimento di prevenzione della Zona Senese dell’azienda Ausl Toscana Sud Est e con il Dirigente scolastico”.

    “La dirigenza scolastica – dice ancora Nepi – predisporrà l’attività di didattica a distanza per i giorni di sospensione dell’attività in presenza e darà comunicazione della modalità”.

    “Anche questa volta – tiene a dire il sindaco in conclusione – vorrei ringraziare i genitori di quella classe che già da questa mattina hanno deciso di mantenere i propri figli a casa, nonostante ancora non fosse arrivato il provvedimento da parte della Ausl Toscana Sud Est, segno di grande rispetto e responsabilità nei confronti di tutta la nostra comunità”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...