spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castellina: arte e pittura medievale a misura di bambino al Museo Archeologico

    Domenica 9 dicembre, alle 16.30, laboratorio per bambini da 6 a 11 anni e riproduzione della Madonna del latte

    CASTELLINA IN CHIANTI – Nuovo appuntamento rivolto ai visitatori più piccoli al Museo Archeologico del Chianti senese di Castellina in Chianti.

     

    Domenica 9 dicembre, alle 16.30, i bambini da 6 a 11 anni potranno partecipare con le loro famiglie al laboratorio gratuito di pittura medievale “Uovo d’oro: una ricetta per dipingere la Madonna del latte di Castellina in Chianti”.

     

    Il laboratorio chiuderà gli appuntamenti del 2018 dedicati ai piccoli visitatori del Museo Archeologico del Chianti senese di Castellina in Chianti e sarà una nuova occasione per avvicinare i bambini alla storia dell’arte e al Medioevo in maniera interattiva, attraverso il metodo del ‘fare per imparare’ divertendosi.

     

    Durante l’iniziativa, infatti, i piccoli partecipanti potranno sperimentare la tecnica di pittura medievale "a uovo" – con la produzione delle tempere a partire da pigmenti e tuorlo d’uovo e doratura con la foglia d’oro – applicandola, con la loro creatività, a una riproduzione della Madonna del latte, affresco quattrocentesco attribuito al Maestro di Signa e conservato nella Chiesa del Santissimo Salvatore di Castellina in Chianti.

     

    Per informazioni, è possibile contattare il Museo Archeologico del Chianti Senese, in Piazza del Comune 17/18, al numero 0577-742090 e all’indirizzo di posta elettronica info@museoarcheologicochianti.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...