spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’annuncio di Giani: “Tutta la Toscana in zona gialla anche la prossima settimana”

    Per la prima volta in tutte le province toscane i contagi sono sotto i 250 casi positivi su 100mila abitanti: "Agiamo con prudenza"

    FIRENZE – La Regione Toscana, per atto del ministro della salute Roberto Speranza, rimane in zona gialla anche la prossima settimana, a partire cioè da lunedì 3 maggio.

    Inoltre, considerato che per la prima volta in tutte le province toscane i contagi sono sotto i 250 casi positivi su 100mila abitanti, per il presidente Eugenio Giani non c’è alcuna condizione per ratificare eventuali zone rosse o arancioni locali.

    “La conferma della Toscana in zona gialla è una notizia positiva” commenta il presidente Giani.

    “E ancora di più – prosegue – lo è il fatto che per la prima volta tutte le nostre province hanno un indice di contagio sotto i 250 casi positivi per 100mila abitanti”.

    # Covid-19, negli ospedali altre 31 persone in meno. Ma le terapie intensive sono in stallo

    # Contagi da Covid-19, tutti i casi di oggi nei comuni della provincia di Firenze (15 nei “nostri”)

    # Nuovi positivi al Covid-19: in provincia di Siena 49. Sono invece 46 le guarigioni

    “Questo – aggiunge – non ci esime dal continuare a essere prudenti. Dobbiamo agire con senso di responsabilità e fare attenzione”.

    “Rispettando le regole essenziali – conclude Giani – per evitare che la curva epidemiologica ricominci a crescere”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua