domenica 17 Gennaio 2021
Altre aree

    Nuovi positivi al Covid in Toscana, l’anticipazione del presidente Giani: “Oggi sono 962”

    La nostra regione per la prima volta dopo settimane al di sotto dei mille casi. Anche se il numero di tamponi non è stato altissimo (11.813) è comunque un buon segnale

    FIRENZE – La nostra regione per la prima volta dopo settimane al di sotto dei mille casi. Anche se il numero di tamponi non è stato altissimo (11.813) è comunque un buon segnale.

    Segno anche di un tracciamento che sta riprendendo il bandolo della matassa.

    Ad anticipare il dato, come ormai fa di prassi da giorni, è il presidente della Regione Toscana, Eugenil Giani.

    “I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 962 – annuncia Giani – su 11.813 tamponi molecolari e 3.245 test rapidi effettuati”.

    Ieri i nuovi casi positivi erano stati 1.323 su un totale di 10.551 tamponi: quindi meno tamponi e più casi di quelli comunicati oggi.

    Un annuncio postato sui suoi canali social, insieme alla foto degli infermieri della terapia intensiva dell’ospedale Santo Stefano di Prato. 

    “Hanno dovuto coprire ogni parte del loro corpo per proteggerci dal Covid-19 – scrive Giani – In quegli occhi si celano identità di donne e uomini che hanno sacrificato parte della vita per dedicarsi interamente alla loro missione: donarsi all’altro per aiutarlo a salvarsi”.

    “Ecco perché – aggiunge – gli infermieri della terapia intensiva di Prato hanno mostrato una loro foto perché chi vive questo terribile momento possa vedere un volto e un sorriso dietro a quegli angeli di bianco vestiti”.

    “Grazie ragazze e ragazzi – conclude il presidente della Regione Toscana – non mi stancherò mai di dirlo!”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...