spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vaccini Covid, prenotazioni “last minute” a regime dalla prossima settimana

    “E’ allo studio una nuova opportunità per i cittadini, che volessero prenotare i posti rimasti disponibili all’ultimo momento per le successive 24 ore"

    FIRENZE – Per somministrare più dosi possibili e offrire a tutti i cittadini toscani la possibilità di accedere giornalmente ai posti rimasti in agenda, ancora disponibili per vaccinarsi con la prima dose, la Regione Toscana sta elaborando una nuova modalità di prenotazione “last minute”, che sarà presentata nel dettaglio la prossima settimana.

    “E’ allo studio una nuova opportunità per i cittadini, che volessero prenotare i posti rimasti disponibili all’ultimo momento per le successive 24 ore” commenta il presidente della Toscana Eugenio Giani.

    “Appena avremo messo a pieno regime la prenotazione del vaccino da parte dell’intera categoria degli over 40 – aggiunge – che con ieri ha visto direttamente coinvolto l’ultimo biennio anagrafico dei 41 e 40enni, cercheremo di attivare tutti gli strumenti possibili, per non sprecare neppure una dose, rimasta inutilizzata all’ultimo momento”.

    “Con questa iniziativa – precisa Giani – che stiamo mettendo a punto, intendiamo aumentare la nostra capacità vaccinale, per arrivare prima possibile all’immunità di gregge dell’intera popolazione toscana”.

    # “Covid free”: vaccinazione di massa nelle isole del Giglio e Giannutri

    “Abbiamo gli strumenti e le risorse – ricorda – per raggiungere questo importante traguardo, se arriveranno tutti  i vaccini, di cui abbiamo bisogno”.

    “Noi intanto – conclude – ci attrezziamo per una Toscana Covid free, riempiendo le agende con le prenotazioni e non sprecando neppure una dose”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua