spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vaccini per i nati nel 1972 e 1973, agende aperte dalle 17 di oggi, lunedì 17 maggio

    Al via le prenotazioni riservate alla fascia anagrafica dei quarantenni: si proseguirà, come per i cinquantenni, a due annate per volta

    FIRENZE – Nuova apertura delle agende per la categoria dei quarantenni con prenotazione cadenzata per biennio anagrafico.

    Dalle ore 17 di oggi, lunedì 17 maggio, si apre il portale per i nati nel 1972 e nel 1973.

    Le persone di 49 e  48 anni potranno prenotare nei centri vaccinali prescelti sul portale online regionale.

    Da tenere sempre presente che stiamo parlando di apertura delle prenotazioni: le somministrazioni saranno quindi molto probabilmente previste fra alcune settimane.

    Il cronoprogramma delle agende aperte per l’intera categoria degli over 40, con modalità di prenotazione per due classi di età per volta, prevede quanto segue.

    Domani, martedì 18 maggio, sarà il turno dei nati negli anni 1974 e 1975 (dei 47 e 46enni), che potranno richiedere la somministrazione del vaccino, prenotandola, come sempre, sul portale regionale.

    Mercoledì 19 maggio potranno prenotare i nati nel 1976 e nel 1977 (45 e 44enni); giovedì 20 maggio i nati negli anni 1978 e 1979 (43 e 42enni) ed infine, venerdì 21 maggio, i nati nati nel 1980 e nel 1981 (41 e 40enni).

    Andando così a completare l’intera fascia anagrafica degli over 40, che a quel punto sarà a pieno regime di vaccinazione anti Covid.

    Per ciascun nuovo biennio anagrafico le agende apriranno ogni pomeriggio, alle ore 17.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua