spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Voucher per imprenditori e professionisti, al via due nuovi bandi all’insegna dell’industria 4.0

    Alle precedenti risorse complessive di 1.844.603 euro si aggiungeranno ulteriori risorse, pari a 1.107.330. Ecco chi sono i destinatari

    FIRENZE – Formazione in chiave 4.0. La Toscana la rilancia grazie a una rimodulazione delle risorse dei fondi europei, per un ammontare complessivo di oltre 7 milioni di euro. 

    Al via due nuovi avvisi per voucher formativi: uno per imprenditori ed uno per professionisti, finalizzati a rafforzarne e ad aggiornarne le competenze nell’ambito della linea dedicata alle nuove tecnologie “Industria 4.0”.

    Lo ha deciso la Regione che, con delibera proposta dall’assessore all’istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco, ha deciso di revocare il precedente bando e adottare una nuova disciplina.   

    “Abbiamo deciso – dice Grieco – di rendere il finanziamento degli interventi di formazione dal Fondo Sociale Europeo 2014-20, varando criteri più puntuali per la la selezione e la validazione delle domande, adottando nuove linee guida per gli avvisi che saranno definiti e usciranno a breve. L’obiettivo è il rafforzamento e l’innalzamento qualitativo delle competenze di liberi professionisti e imprenditori che svolgono attività di tipo intellettuale”.

    Alle precedenti risorse complessive di 1.844.603 euro si aggiungeranno ulteriori risorse, pari a 1.107.330.  

    I destinatari del voucher formativo dovranno essere  imprenditori e liberi professionisti che esercitino attività intellettuale tra i 18 e i 65 anni di età per corsi di formazione e di aggiornamento professionale e Master di I e II livello in Italia e all’estero.

    I percorsi, che possono essere svolti in aula o in e-learning, devono essere rispondenti a vincoli precisi e devono essere connessi alla professione ed al campo lavorativo del soggetto richiedente.

    I corsi non possono prevedere l’acquisizione di competenze di base od essere relativi alla formazione obbligatoria sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

    L’importo massimo riconoscibile per ciascun voucher sarà di 2.500 euro per gli imprenditori e di 2.000 euro per i professionisti; ogni singolo destinatario può beneficiare al massimo di 3 voucher, presentati a scadenze diverse, comprensivi anche di quelli già beneficiati nei precedenti avvisi pubblici. 

    Sempre all’insegna dell’Industria 4.0, nell’ultima seduta la giunta regionale ha deciso di destinare all’avviso pubblico per progetti formativi relativi ad azioni di riqualificazione e di outplacement per lavoratori collegate a piani di riconversione, ristrutturazione aziendale e reindustrializzazione, per il quale le risorse sono in via di esaurimento, ulteriori risorse per un totale di 4 milioni di euro.

    Tali risorse consentiranno lo scorrimento della graduatoria e il finanziamento di tutti i progetti che abbiano conseguito il punteggio minimo per la finanziabilità, presentati alla scadenza del 31 dicembre 2019. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...