spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gaiole in Chianti: il 23 agosto apre Estive Visioni con la regista Cosima Spender e il docufilm “Palio”

    Ai giardini pubblici. Il 24 agosto proiezione del film Berlinguer ti voglio bene e presentazione del libro "Cioni Mario... di Bertolucci – Benigni per Roberto Benigni"

    GAIOLE IN CHIANTI – Doppio appuntamento a Gaiole in Chianti, il 23 e 24 agosto, con Estive Visioni, il cinema all’aperto che offre gli approfondimenti sulle pellicole proiettate, grazie alla partecipazione degli ospiti.

    Si inizia il 23 agosto, alle 21.30, ai giardini pubblici, con la proiezione del docufilm “Palio”, alla presenza della regista e autrice Cosima Spender, insieme al fantino Bastiano e a Valerio Bonelli che ha curato il montaggio della pellicola.

    Si prosegue il 24 agosto, alle 21.30, sempre ai giardini pubblici gaiolesi, con la proiezione di “Berlinguer ti voglio bene”, di Giuseppe Bertolucci, il più cult dei film toscani che quest’anno festeggia i 45 anni dall’uscita nelle sale.

    La proiezione sarà preceduta dalla presentazione del libro “Cioni Mario… di Bertolucci – Benigni per Roberto Benigni” alla presenza dell’autore Igor Vazzaz e dell’attore Alfredo Cavazzoni.

    Entrambe le serate sono a ingresso libero. Estive Visioni è organizzato da Comune di Gaiole in Chianti e dall’associazione culturale Visionaria. Ha collaborato ad organizzare la seconda serata Supercazzola Store di Siena.

    “Il Comune di Gaiole in Chianti è felice di collaborare per il secondo anno consecutivo con l’associazione culturale Visionaria – commenta Francesco Verzuri, assessore comunale al turismo – riconoscendo l’importanza del linguaggio cinematografico per arricchire l’offerta culturale estiva del nostro territorio, scegliendo la formula gradita del cinema all’aperto, in due serate che non si limitano alla proiezione della pellicola ma offrono spunti di riflessione e approfondimento”.

    “È un onore – rimarca – la prima sera, avere la regista Cosima Spender, che ha anche un forte legame con il nostro territorio, e poter vedere insieme a lei il film Palio, sull’antichissimo Palio di Siena, una tradizione e una particolarità di un territorio vicinissimo al nostro. Altrettanto emozionante sarà la seconda serata con la proiezione di un film cult della comicità toscana”.

    # Cosima Spender: la regista di SanPa, la docu-serie su San Patrignano, è originaria di Gaiole

    “Il cinema, in tutte le sue varie declinazioni, è sempre stato una delle colonne portanti di Visionaria fin dalla sua creazione nel 1991 – afferma il presidente dell’associazione Visionaria, Mauro Tozzi – Insieme con l’audiovisivo, la ricerca con le nuove tecnologie, il video, la fotografia e lo spettacolo hanno rappresentato i punti cardinali dell’azione di Visionaria, sempre però con l’obiettivo di essere in passo avanti agli altri. Produzioni, rassegne, festival, partecipazioni ad eventi nei quali anche la commedia d’autore ha avuto un ruolo importante”.

    “La prima sera – spiega il vicepresidente dell’associazione Visionaria, Simone Petricci –sarà un omaggio alla tradizione senese del Palio raccontato dalla regista angloamericana originaria di Gaiole, Cosima Spender”.

    “Presente anche il fantino Bastiano – aggiunge – protagonista del film che narra la parabola discendente del re della piazza Luigi Bruschelli, detto Trecciolino e l’ascesa del suo allievo Giovanni Atzeni, Tittia, oggi divenuto fantino di punta, dopo le ultime quattro vittorie consecutive, fra cui quelle recenti di luglio e agosto, che già lo consegnano alla storia”.

    “La seconda sera – conclude – con la presentazione del libro che precede la proiezioni del film Berlinguer ti voglio bene, si ripercorrono gli esordi della carriera artistica di Roberto Benigni, che in quella pellicola è alla sua prima prova attoriale in un lungometraggio”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...