spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 7 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si inizia l’8 novembre al circolo Arci di San Casciano presentando il documento programmatico

    SAN CASCIANO – In vista delle primarie per la segreteria nazionale del Partito democratico, inizia la sua attività anche il comitato sancascianese per Matteo Renzi.

     

    "Nel 2013 – dicono dal comitato – il centrosinistra ha perso l'occasione più straordinaria per iniziare a cambiare l'Italia, perdendo, volendo perdere, delle elezioni che sembravano già vinte".

     

    "Oggi – rilanciano – si presenta di nuovo un'occasione per cambiare verso alla politica italiana e dare futuro e speranza al nostro Paese.  Per questo abbiamo bisogno delle idee e della partecipazione di tutti".

     

    "Si inizia – spiegano – venerdì 8 novembre alle 21.30 al circolo Arci di San Casciano: saranno presenti l'assessore all'ambiente del Comune di Firenze Caterina Biti e l'onorevole Dario Parrini, neo parlamentare ed ex sindaco di Vinci".

     

    A moderare il dibattito ci sarà il direttore del Gazzettino del Chianti Matteo Pucci.

     

    "Verrà introdotta la mozione di Matteo Renzi – concludono – il suo documento congressuale. Si parlerà di quello che vogliamo fare, di come lo vogliamo fare, di ciò che già è stato fatto.Non diamo niente per scontato a questo congresso, conterà vincere, ma conterà vincere bene e conterà la partecipazione".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...