spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 15 giugno, al museo di San Casciano, al via la mostra di Gerardo Zei

    SAN CASCIANO – La direzione artistica, come spesso capita a queste mostre di grande fascino, è di Sandra Stanghellini per conto della Fondazione Giuliano Ghelli: la mostra si chiama "Divine Dive – Ritratti del mondo del cinema di ieri e oggi", esporrà i lavori di Gerardo Zei ed aprirà i battenti sabato 15 giugno alle 18 presso il Museo di San Casciano.

     

    L'organizzazione, come detto, è della Fondazione Giuliano Ghelli. C'è il patrocinio del Comune di San Casciano, la collaborazione di ChiantiBanca: la mostra rimarrà aperta fino al 25 agosto e rappresenta uno degli eventi centrali dell'estate culturale sancascianese.

     

    "Il cinema – scrive Sandra Stanghellini – è stato studiato, analizzato, commentato da attenti osservatori e studiosi in innumerevoli trattazioni, perciò può sembrare banale la scelta di questo argomento. Invece lo scopo di questa mostra è proprio quello della realizzazione di ritratti nuovi che , attraverso gli sguardi, le passioni, gli slanci, i languori e gli entusiasmi suscitati da quelle ombre di celluloide, tornino capaci di farsi interpreti dei sogni e dei desideri di chi li guarda ancora con gli occhi colmi di stupefazione".

     

    "Gerardo Zei – prosegue – è entrato nel tema in modo eccellente, spaziando da Marlene Dietrich a Monica Bellucci, facilitato anche dalla grande esperienza ed abilità come ritrattista (basti ricordare le numerose mostre sui protagonisti del jazz). Per mezzo di una sintesi formale l’artista riesce, con pochi tocchi di pigmento bicromo,a far risaltare l’espressioni e l’intensità del soggetto che vuole enfatizzare nelle sue tele".

     

    "La leggerezza del risultato – conclude – deriva dalla tecnica che Zei, giovane ma con una notevole esperienza, usa con passaggi decisi e senza ripensamenti la tecnica della spatola. In questo caso usata per frequentare con eccellenti risultati il tema del ritratto,troppo spesso assente nelle ultime tendenze dell’arte figurativa. La mostra è composta da una ventina di opere di grandi dimensioni e suddivisa per gruppi di colore che ottimizzano la visione e la lettura dell’intero percorso espositivo".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...