spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ritorna l’appuntamento mensile con i “gioielli” radunati ai giardini dal Gruppo Agave

    SAN CASCIANO –  Ritorna domenica 18 agosto (dalle 9 alle 13), l’appuntamento mensile che da aprile anima i giardini di piazza della Repubblica, il cosiddetto “Piazzone”, a San Casciano.  

     

    Si chiama “Eccole di nuovo”, l’iniziativa organizzata ormai da cinque anni dal gruppo Agave (Audaci guidatori appassionati veicoli d’epoca), con il patrocinio del Comune di San Casciano, della Pro Loco, e il contributo ChiantiBanca.  

     

    Fra gli animatori del gruppo, molti sancascianesi appassionati di questi gioielli d’epoca: Gavino Fadda, Mario Mazzei, Bruno Mazzei, Renato Tognoloni, Fernando Vannini detto Pistone, Ugo Fusi e Raffaello Fusi.  

     

    I raduni sono iniziati nell’aprile scorso e vedranno, dopo l’appuntamento di domenica 18 agosto, quelli di settembre e ottobre.   

     

    “Abbiamo sempre decine fra auto e moto – dice Bruno Mazzei – tanto che a volte non riusciamo nemmeno a entrarci tutti. Invitiamo tutti a vedere, ci sono auto o moto ante e dopoguerra”.   

     

    “La nostra – conclude Mazzei – è un’accoglienza semplice e gioviale, tanto che organizziamo sempre un un piccolo banchino in cui offriamo piccolo rinfresco a tutti”.  
    L’appuntamento è quindi per domenica 18 agosto a partire dalle 9, sotto gli alberi degli storici giardini sancascianesi. Proprio davanti alla statua dedicata a Giuseppe Verdi si potranno ammirare veicoli che nei quali romba forte il rumore… della storia.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...