spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Splendida giornata quella di domenica 16 giugno per la confraternita mercatalina

     

     

     

     

     

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Giornata di festa quella di domenica 16 giugno a Mercatale per i Fratelli della Misericordia: grazie al contributo di ChiantiBanca, della popolazione e del Gruppo Solidarietà, in piazza Vittorio Veneto sono stati inaugurati due nuovi mezzi.

     

    Un’ambulanza attrezzata per le emergenze e un’auto per il trasporto di persone disabili. A precedere l’inaugurazione, la Santa Messa officiata da don Mario Tomasello e la vestizione di quattro nuovi Fratelli della Misericordia, Sabina, Barbara, Giuseppe e Antonio.

     

    Alla fine della cerimonia il presidente della Misericordia mercatalina, Mario Piccini, ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito all’acquisto dei mezzi. Ricordando che "in questi ultimi tempi i servizi sono aumentati e di conseguenza c’è bisogno di altri volontari, la Misericordia è aperta a tutti coloro che vogliono entrare a fare parte di questa grande famiglia".

     

    Don Mario ha benedetto i mezzi, mentre subito dopo il sindaco Massimiliano Pescini assieme al presidente Mario Piccini e, in rappresentanza della Fondazione  ChiantiBanca, Paolo Bandinelli, hanno tagliato i nastri tricolori.

     

    Subito dopo (per l’occasione erano presenti diciassette mezzi delle Misericordie consorelle del Chianti, Signa Lastra a Signa, Cerreto Guidi), è partita una sfilata a sirene spiegate per una volta in segno di festa, per le vie di Mercatale, Quattro Strade, Campoli, Santa Maria, Montefiridolfi. Poi il rientro in sede, per condividere un momento lieto tutti assieme.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...