spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tantissimi gli “scatti” realizzati dal Gazzettino del Chianti al “Capodanno Sancascianese”

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    SAN CASCIANO – Eccole, nelle foto scattate dal nostro bravissimo Antonio Taddei, le facce sorridenti della Notte Bianca che sabato 22 giugno ha animato San Casciano.

     

    L'ormai tradizionale "Capodanno Sancascianese" che si tiene allo scoccare ufficiale dell'estate, che forse avrebbe bisogno (per un afflusso ancora maggior di persone) di svolgersi più lontano dal week end, quando il richiamo del mare è troppo forte.

     

    Comunque Parco del Poggione strapieno per il Rock Tower Fest, il festival rock organizzato con grande cura e passione dalla contrada della Torre e che ha visto confrontarsi cinque band: No Name, Sweet Childrens, Mass Media, Estromaldestro, Neuro Feet Larissa. Alla fine hanno trionfato, fra gli applausi del gruppo, i No Name (nella foto sopra).

     

    Altro "polo" della Notte Bianca i giardini del Piazzone, con il punto ristoro della contrada del Leone e la musica dei 500 in Banda. E poi performance teatrali itineranti, installazioni artistiche sulla terrazza del parcheggio ex Stianti, negozi aperti (pochissimi per la verità). L'appuntamento è per l'anno prossimo: intanto godetevi tutte le foto di quest'anno… .

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...