spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Oltre una settimana dopo essere stata investita, trasferita in reparto

    E’ stata trasferita dalla terapia intensiva al reparto di degenza nell’ospedale di Careggi la giovane donna, C. C., che nel pomeriggio di sabato 17 novembre stava passeggiando insieme al marito, R.T., con piccola bambina di quattro mesi nel passeggino.

     

    Camminavano lungo via della Leccia, poco distante dal bivio che porta a Mercatale, quando un’auto guidata da un uomo residente a Firenze, li ha investiti.

     

    Mentre la bambina sbalzata dalla carrozzina se l’he cavata per fortuna con qualche graffio, hanno avuto la peggio i genitori, in particolare la madre. Le sue condizioni  che in un primo momento erano serie, stanno lentamente migliorando, tanto che parenti e amici hanno potuto farle visita. Un piccolo sospiro di sollievo dunque.

     

    Intanto la polizia municipale di San Casciano, è tornata sul luogo del sinistro per eseguire nuovi rilievi per  ricostruire la dinamica esatta di quanto avvenuto (vedi foto in alto).

     

    Qui gli altri articoli:

    https://www.gazzettinodelchianti.it/articoli/minutoperminuto/160/notizie-su-san-casciano/incidente-leccia-famiglia.php#.ULJcp2fheJs

    https://www.gazzettinodelchianti.it/articoli/primopiano/163/notizie-su-san-casciano/famiglia-investita-leccia-aggiornamenti.php

    –  https://www.gazzettinodelchianti.it/articoli/primopiano/172/notizie-su-san-casciano/famiglia-investita-leccia-aggiornamenti-19novembre.php#.ULJcvGfheJs

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...