spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’incendio, le fiamme e il fumo, la paura per il bambino. La storia di Leonardo Caneschi

    SAN CASCIANO – Leonardo Caneschi è un giovane padre, di un bellissimo bimbo di tre anni: sancascianese doc, imprunetino "adottato" (lavora con il padre alla Tuttauto, storica auto concessionaria di Impruneta), vive con la moglie e il figlio a Scandicci, nella zona del Vingone.

     

    Nel pomeriggio del 10 giugno si è sviluppato un incendio nell'appartamento sotto al suo, in un condominio via Raffaello Sanzio (nella foto): la famiglia Caneschi sta al terzo piano, le fiamme sono divampate al secondo. Con il rischio però di propagarsi e con il fumo che ben presto ha iniziato a salire.

     

    "Vorrei subito fare un ringraziamento – dice Leonardo –  ai vigili del fuoco intervenuti e alle ambulanze dell'Humanitas di Scandicci, tutti arrivati prontamente. Fortunatamente nessun condomino ha riportato gravi conseguenze… solo lievi intossicazioni per il fumo".

     

    Fra i sei intossicati anche il figlio di Leonardo, portato al Meyer per controlli e dimesso in serata, e la nonna del bimbo. Anche lei sta bene: portata al vicino ospedale di Torregalli per accertamenti, non ha riscontrato conseguenze.

     

    "La causa dell'incendio non è chiarissima – conclude Leonardo – ma sembra che sia partito tutto da una candela lasciata acceso. I condomini si sono intossicati più che altro nello scendere (ognuno era seguito dai pompieri). Il nostro vano scale infatti non ha finestre o aperture, a parte la porta d'ingresso e una botola al quinto piano. Ed era pieno di fumo".

     

    Un pomeriggio che poteva avere un esito terribile e che invece si è concluso senza gravi conseguenze: una di quelle "sliding doors" della vita che possono portare a nuovi e terribili scenari. Per fortuna la porta che si è aperta stavilta… era quella giusta.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua