spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nel Piazzone distribuzione di materiale e compost nell’ambito di Waste Less

    Proseguono le attività per ridurre i rifiuti nei Comuni del Chianti Fiorentino. Fino al 25 novembre in programma molte iniziative per illustrare lo logo settimana rifiuti stato  di avanzamento dei progetti e lanciare nuove sfide.
     

    Fra le iniziative anche gli stand informativi sulla riduzione dei rifiuti nei comuni del Chianti Fiorentino, mirati in particolare a promuovere il compostaggio domestico e l'utilizzo del compost da parte dei cittadini. Nell'occasione le aziende di gestione dei rifiuti (Quadrifoglio e Publiambiente) distribuiranno gratuitamente, in appositi sacchi riutilizzabili predisposti nell'ambito del progetto, il compost di qualità prodotto dai rifiuti organici raccolti in maniera differenziata. Gli stand sono organizzati nell'ambito dei mercati settimanali con il seguente programma:

     

    Nelle foto l'appuntamento di oggi, al mercato settimanale di San Casciano. Dove, nonostante la pioggia, si è registrato un grande successo di pubblico. Prossimi appuntamenti: 22 novembre a Tavarnelle e 24 novembre a Greve in Chianti.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...