spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La notizia, nell’aria da mesi, ufficializzata dal vicesindaco ripolese alla vigilia di Natale

    BAGNO A RIPOLI – Ne parliamo da mesi, la voce circola da tempo. E oggi, alla vigilia del Natale, annunciata anche dal suo profilo Facebook, è arrivata la candidatura ufficiale dell'attuale vicesindaco di Bagno a Ripoli, Alessandro Calvelli (67 anni) al ruolo di primo cittadino (in foto sopra, primo da destra, è insieme al sindaco uscente Luciano Bartolini).

     

    In vista delle probabili (ormai certe) primarie che anche a Bagno a Ripoli, come da decisioni del Pd toscano si svolgeranno il 23 febbraio 2014, Calvelli è il primo a mettere le carte in tavola.

     

    "Nel rispetto del Partito democratico che ho contribuito con impegno ed entusiasmo a far nascere sul territorio – dice Calvelli – e per continuare il lavoro iniziato dieci anni fa con il sindaco Luciano Bartolini, offro la mia disponibilità a ricoprire il ruolo di primo cittadino di Bagno a Ripoli. Una valutazione che risale già a qualche tempo fa, come già comunicato ai principali responsabili politici del Partito del nostro comune".

     

    "Ritengo che l'esperienza acquisita al fianco del sindaco e della sua giunta – dice ancora Calvelli – che ringrazio per questi dieci anni di lavoro insieme, possa rappresentare una solida base di partenza per affrontare una legislatura impegnativa come quella che si prospetta".

     

    "Una legislatura – conclude – che avrà necessità di scelte nuove e coraggiose adeguate alle mutate condizioni sociali e politiche del momento".

     

    Adesso si aspettano altri passi importanti: primi fra tutti quelli dell'assessore al bilancio, opere pubbliche e ambiente Francesco Casini, ovvero colui che viene indicato da tempo come un altro dei candidati al dopo-Bartolini.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...