giovedì 2 Luglio 2020
Altre aree

    “Dal momento della fusione con Tavarnelle, Barberino paese abbandonato: come previsto”

    "Regna un degrado diffuso di cui apparentemente i nostri validi amministratori non si rendono conto, forse perché sono mancate le passerelle primaverili legate alle manifestazioni"

    Buon giorno, Barberino Val D’elsa come amplamente previsto al momento della fusione con Tavarnelle, si è trasformato in una paese totalmente abbandonato.

    Dove regna un degrado diffuso di cui apparentemente i nostri validi amministratori non si rendono conto, forse perché sono mancate le passerelle primaverili legate alle manifestazioni.

    Che fine ha fatto il tanto sbandierato progetto di pedonalizzazione del centro storico almeno nei mesi estivi?

    E che ne è della regolamentazione degli accessi e dei parcheggi che da anni dovrebbe prendere il via?

    Che cosa è stato previsto per il miglioramento dell’arredo urbano, per contrastare il degrado e l’incivilta che inesorabilmente avanza?

    Si giustificheranno con il dramma della pandemia… mancanza di fondi… ci sarà sempre una scusa per il non fare.

    Con il referendum sulla fusione ci siamo fatti fregare e senza neppure averne in cambio un corrispettivo finanziario.

    Stefano Tinacci

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: [email protected]

    Leggi anche...