domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    San Lorenzo a Vigliano, il Comune: “Rispristinata la frana e riaperta la strada”

    Il sindaco David Baroncelli: "L'intervento fa parte di una serie di investimenti finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione del dissesto idrogeologico"

    SAN LORENZO A VIGLIANO (BARBERINO TAVARNELLE) – Si è aperta ufficialmente, con il ripristino della circolazione in entrambi i sensi, la strada di San Lorenzo a Vigliano, che a causa del maltempo ed il verificarsi di fenomeni atmosferici straordinari, era stata interessata da un esteso movimento franoso. Il dissesto aveva reso un tratto della strada impercorribile.

    Sul risanamento della frana, situata in un’area di campagna, esposta a nord-est del territorio di Barberino Tavarnelle, il Comune è intervenuto con un’opera che ha previsto la realizzazione di tutte le palificazioni e il consolidamento del muro di sostegno per il contenimento della strada, il cui traffico è legato alla presenza di abitazioni private e attività agricole e agrituristiche.

    “Dopo aver analizzato attentamente la portata del fenomeno e la configurazione morfologica della zona – ha dichiarato il sindaco David Baroncelli –  abbiamo ritenuto necessario procedere con la progettazione e l’esecuzione di un intervento funzionale alla messa in sicurezza del versante con il quale stabilizzare la frana e prevenire il rischio legato al dissesto idrogeologico in un territorio, come il nostro, che in varie zone presenta un discreto livello di fragilità”.

    “E’ il quarto investimento dell’anno – spiega l’amministrazione comunale – funzionale alla prevenzione del dissesto idrogeologico, che il Comune realizza e porta a termine con un intervento di risanamento e messa in sicurezza per una spesa complessiva pari a circa 200mila euro”.

    “L’attenzione continua rivolta alla manutenzione e alla difesa del suolo – proseguono – ha richiesto all’amministrazione comunale lo stanziamento complessivo di un milione di euro, risorse che sono state investite grazie ai fondi pubblici, tra contributi statali e regionali, assegnati al Comune in virtù della riunificazione dei due ex enti (Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle).

    “Nelle scorse settimane – fa sapere l’assessore ai lavori pubblici Roberto Fontani – sono stati ultimati interventi attesi dalla popolazione come  i lavori finalizzati al risanamento della frana di Poppiano, il completamento della strada di emergenza di Molino della Zambra, il ripristino della frana di Monsanto, completata in tempi record, nel giro di soli dieci giorni”.

    Altro intervento, realizzato in questo caso grazie alla collaborazione con il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno, è la sistemazione arginale lungo il fiume Elsa in località Le Lame.

    L’opera ha previsto la realizzazione di una coronella arginale per la messa in sicurezza delle aree limitrofe. 

    “La proficua sinergia con il Consorzio di Bonifica – aggiunge in conclusione il primo cittadino – produce un supporto tecnico qualificato e mirato alle esigenze del nostro territorio, perché la manutenzione possa essere efficace e portare alla risoluzione delle criticità locali è fondamentale un’attività continua, estesa ed immediata”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...