giovedì 2 Luglio 2020
Altre aree

    Festa della Repubblica al femminile. Volti e voci nel primo “manifesto” del Tavolo per le Politiche di genere

    Nove donne protagoniste di un video lanciato nella rete in occasione della Festa del 2 giugno: "Nostra priorità è incidere sul cambiamento culturale"

    CHIANTI FIORENTINO – Più unite, più forti per la tutela e la valorizzazione delle donne.

    Festa della Repubblica con le voci e i volti femminili del Tavolo Politiche di genere.

    Nove donne del mondo politico istituzionale e sindacale della Toscana danno vita ad un video-mosaico di intenti, progetti e azioni sui temi che più stanno a cuore alla neonata esperienza intercomunale, la prima in Toscana, che si occuperà di valorizzare e promuovere i diritti delle donne con il coinvolgimento attivo della comunità e l’intervento del mondo educativo, economico, culturale, sanitario.

    FESTA DELLA REPUBBLICA CON IL TAVOLO PER LE POLITICHE DI GENERE

    💜💙FESTA DELLA REPUBBLICA CON IL TAVOLO PER LE POLITICHE DI GENERE Nel giorno della Festa della Repubblica il Tavolo per le Politiche di genere, prima esperienza intercomunale in Toscana, si racconta in un video. 🚻 Un mosaico di interventi al femminile che promuove in sintesi gli impegni e gli obiettivi per la valorizzazione e la promozione dei diritti delle donne.PIU' UNITE, PIU' FORTI PER IL FUTURO DELLE DONNE.

    Pubblicato da Comune di San Casciano in Val di Pesa su Martedì 2 giugno 2020

    Veicolato nel web, non a caso nel giorno dell’unità nazionale, il manifesto digitale realizzato dai Comuni di Barberino Tavarnelle, Bagno a Ripoli, Greve in Chianti, San Casciano e Impruneta, quest’ultimo nel ruolo di ente capofila, e le sigle sindacali CGIL Chianti, SPI Firenze, CISL-FNP Chianti, UIL Firenze, propone una sequenza di interventi legati gli uni agli altri da alcune parole chiave, tratte dal protocollo appena firmato, che sintetizzano, gli obiettivi del Tavolo.

    Un ponte di valori e impegno istituzionale, costruito sul significato che assumono i concetti di cittadinanza, educazione, diritti, parità, stereotipi, buone pratiche, tutela della salute, cambiamento culturale e violenza.  

    Il Tavolo per le Politiche di genere è nato lo scorso 8 maggio e si fonda sui principi della Costituzione italiana e sulla Carta dei Diritti fondamentali della Comunità europea, quali dignità e uguaglianza.

    “Ciò che insieme in questo video  intendiamo affermare, in occasione della Festa della Repubblica – dichiarano le promotrici – è la necessità di agire concretamente contro ogni forma di discriminazione, raggiungere parità di genere negli aspetti della vita quotidiana, nella sfera sociale, culturale, professionale e familiare, intendiamo valorizzare le differenze e le esigenze del territorio, il nostro obiettivo in sintesi è costruire una cittadinanza di genere che consideri protagonisti della vita e soggetti di diritto le donne e gli uomini della nostra società. E per fare questo è necessario partire dall’educazione, porre alla base di ogni azione il rispetto verso l’altro, l’equità, la tutela dei diritti e l’inclusione sociale”.

    Nel video sono presenti gli interventi di Laura Cioni, assessore Comune di Impruneta, Marina Baretta, assessore Comune di Barberino Tavarnelle, Francesca Cellini, assessore Comune di Bagno a Ripoli, Laura Scalia, CGIL Chianti, Consuelo Cavallini, assessore Comune di San Casciano, Maria Grazia Viganò, CISL-FNP Chianti, Paola Vecchiarino, UIL Firenze, Daniela Borselli, SPI-CGIL Firenze, Maria Grazia Esposito, assessore Comune di Greve in Chianti.

    “E’ una nostra priorità incidere sul cambiamento culturale – concludono- insieme siamo una forza dirompente verso un futuro migliore, attraverso lo strumento del Tavolo lavoreremo unite per andare oltre ogni stereotipo di genere, oltre ogni forma di violenza”. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...