spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 15 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La candidata al consiglio regionale (per il Pd) la mattina a Greve in Chianti, il pomeriggio a Tavarnuzze

    CHIANTI FIORENTINO – Sabato 9 maggio sarà una giornata tutta dedicata al Chianti per Serena Spinelli, candidata per il Pd alle elezioni regionali del 31 maggio prossimo nel Collegio Firenze 2.

     

    L'itinerario parte  dal mercato di Greve in Chianti, dove Spinelli sarà presente per incontrare i cittadini, ascoltare problemi ed esigenze del territorio dalle 10 alle 12. Nel pomeriggio sarà poi la volta di Tavarnuzze, per l'inaugurazione ufficiale della nuova piazza (alle 16).

     

    “La mia è una campagna elettorale di confronto con i cittadini e il territorio – dice Spinelli, 41 anni, medico pediatra al pronto soccorso del Meyer di Firenze – Penso che per bene amministrare bisogna per prima cosa conoscere a fondo le realtà locali, senza pregiudizi o chiusure, e sapersi aprire al confronto franco e costruttivo".

     

    "Nei due appuntamenti chiantigiani di sabato 9 maggio – conclude – spero di incontrare tante persone desiderose di dare il proprio contributo di idee, per una politica locale vicina ai cittadini ma anche capace di assumersi le proprie responsabilità”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...