spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    GEST, interviste sul gradimento del servizio: “La tramvia piace al 99,6% dei passeggeri”

    In particolare, dall’indagine risulta che il punto di forza della tramvia di Firenze sono la puntualità e la regolarità, ma anche la frequenza e il numero delle corse

    FIRENZE – “Il 99,6% dei passeggeri della tramvia di Firenze è soddisfatto del servizio. Tra questi, il 44,5 % si dichiara entusiasta”.

    E’ il quadro che emerge dall’indagine svolta da GEST, la società che gestisce la tramvia, che ogni anno si affida ai rilevatori per conoscere l’opinione dei passeggeri.

    I risultati dell’indagine, prevista dalla Regione Toscana, saranno trasmessi anche all’Osservatorio Regionale, e aiuteranno GEST a rendere più efficiente il servizio.

    In particolare, dall’indagine risulta che il punto di forza della tramvia di Firenze sono la puntualità e la regolarità (con il 99,7% di gradimento), ma anche la frequenza e il numero delle corse (98,9%).

    Aumenta la soddisfazione per i servizi rivolti a persone con mobilità ridotta, che si attesa sul 96,2% (sulla linea T1 un anno fa era 93,7%).

    Qualche percentuale più in basso si trovano la percezione della sicurezza per furti e borseggi (82,4%) e il comfort rispetto all’affollamento (75%), un tema su cui, in un periodo di distanziamento interpersonale dovuto a Covid, la sensibilità dei passeggeri è forte.

    La novità nell’indagine di quest’anno è come è stata percepita la gestione dell’emergenza Covid: il 95,2% si è dichiarato soddisfatto della chiarezza e della completezza dell’informazione, il 91,4% dell’efficienza del servizio.

    Le interviste, anonime e basate su un questionario, si sono svolte dal 17 al 29 settembre. Sono stati intervistati 1527 passeggeri di tutte le età, su entrambe le linee (1.015 sulla T1 e 512 sulla T2) in base al carico dei passeggeri nei diversi giorni della settimana.

    Perché si preferisce la tramvia? Per la comodità del viaggio (34,2%), per il minor tempo usato nei tragitti (21,4%), perché non si hanno problemi di parcheggio (13%), per la certezza dei tempi di spostamento (11,2%).

    E viene presa regolarmente, visto che il 21,3% la usa tutti i giorni dal lunedì al venerdì, mentre il 20,9% la usa almeno 1-2 volte alla settimana.

    Ecco invece la fotografia degli spostamenti: il 40,9% usa la tramvia per andare al lavoro, il 15,7% per andare a scuola o all’università, il 15,4% per turismo e tempo libero. Aumentata di più di 2 punti percentuali l’utenza che usa il tram per acquisti/shopping (7,9%).

    I passeggeri si informano preferibilmente grazie ai pannelli informativi alle fermate (54,2%), e sul sito internet (30,4%).

    “Un gradimento così alto da parte dei nostri utenti è ancora più soddisfacente perché che arriva in un periodo in cui l’affluenza sui mezzi è ridotta a casa delle norme anti-contagio Covid” dichiara l’amministratore delegato di GEST Jean Luc Laugaa.

    “Siamo felici – conclude – di vedere che i passeggeri stanno tornando ai numeri pre-pandemia, e che sono anche molto soddisfatti del servizio. Conoscere la loro valutazione è per noi uno stimolo per migliorarci”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...