spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nella terra dei campanili arriva Gnamo!: nel… “Risiko” della Toscana combattono i cinghiali

    È uscito il nuovo gioco da tavola della cooperativa Demoela, che esalta la toscanità e celebra con ironia le storiche rivalità tra i territori della regione

    TOSCANA – Livorno vs Pisa, Firenze vs Siena o Prato vs Pistoia: sono solo alcune delle storiche “rivalità” tra le province toscane.

    Per celebrare con ironia le eterne contrapposizioni tra i territori della regione, nella “terra dei campanili” e dei guelfi e ghibellini arriva un nuovo gioco da tavolo di strategia: Gnamo! Conquista la Toscana.

    L’idea è di Demoela, cooperativa ligure con una redazione diffusa in varie regioni d’Italia, specializzata nella realizzazione di giochi da tavolo ispirati a città e regioni italiane.

    Per la prima volta, con Gnamo!, la cooperativa si cimenta in un gioco di società incentrato sulla Toscana, fin dalla scelta del nome che riflette una tipica espressione colloquiale regionale. 


    Gnamo! è ambientato in un’immaginaria Toscana del futuro, dove gli esseri umani ormai estinti sono stati soppiantati dai cinghiali: a scontrarsi a colpi di “zannate” per ottenere il controllo del territorio sono dunque cinque fazioni di buffi suini.

    A suon di dadi e giocando le carte giuste i giocatori guidano le proprie truppe alla conquista della Toscana, dalla Garfagnana al Valdarno, dal Chianti alle Crete Senesi.

    Il gioco è stato sviluppato da Federico Calciolari, che insieme ad altri collaboratori ha immaginato lo scenario e i personaggi che si possono incontrare nella scatola: “Da toscano trapiantato in Valdinievole ho trovato molto bella l’idea di costruire una mappa della regione che raccontasse tutti i territori, dalle città più grandi alle vallate meno note, ma altrettanto belle e affascinanti” afferma Calciolari.

    “Il gioco poi ha tutti i caratteri della toscanità – sottolinea – è estremamente divertente, permette di imparare a conoscere meglio la regione e celebra con autoironia il campanilismo che tanto ci definisce”.

    Lo sviluppo grafico del gioco è stato affidato a Pietro Rotelli, illustratore della provincia di Livorno. 

    “Cercare di condensare alcune singolarità della nostra regione in particolari da inserire sui personaggi o nei dettagli del tabellone è stata una sfida avvincente – dice Rotelli – . Ho cercato di far emergere lo spirito goliardico e simpaticamente campanilista, incentrato sullo sfottò, che ci contraddistingue, ma che non ci fa mai perdere la voglia di ridere di noi stessi e prendersi poco sul serio”.

    “Con la pandemia abbiamo vissuto quanto il digitale sia in grado di tenerci uniti – sottolinea Simone Riggio, presidente della Cooperativa Demoela – ma anche quanto possa essere un canale di condivisione alla lunga alienante. Noi pensiamo che digitale e fisico siano livelli complementari, non alternativi. In un gioco come Gnamo! il divertimento sta soprattutto nello stare insieme, magari coi cellulari spenti, per una serata in compagnia attorno a un tavolo”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...